Giulio Tremonti a RTL 102.5, non torno a fare politica

 15 aprile 2019 | Giulio Tremonti, interviste, non stop news

L'ex ministro a Non Stop News presenta il suo libro Le tre profezie. Appunti per il futuro​

"Mi hanno invitato due vecchi amici e colleghi, Meloni e La Russa, sono andato e ho fatto una relazione, tutto qua. In questo momento ho un enorme interesse nel parlare del libro e riflettere su tutto quello che è successo. Sul frontone degli archivi nazionali di Washington c’è un verso di Shakespeare che dice “Il passato è il prologo”. Se controlli e conosci la storia sai cosa succede, secondo me in questo momento una discussione fatta così, dicendo cosa è successo, cosa succede, cosa succederà? Credo sia fondamentale per capire l’economia, ma anche la politica, la vita". Così, ai microfoni di Non Stop News, Giulio Tremonti ha risposto alla domanda sulla possibilità che torni a fare politica attiva con Giorgia Meloni e il nascente nuovo polo sovranista, cioè la seconda gamba del centro-destra a trazione Matteo Salvini. L'ex ministro, che ha presentato il suo ultimo libro 'Le Tre Profezie. Appunti per il futuro', ha poi risposto così alla domanda su come veda l'Europa oggi: "L'Europa, per come l’ho vista, è sempre stato un luogo di dialettica tra Stati. Per tanti anni, o in quelli in cui ho fatto da Ministro, l’Italia ha avuto un’enorme, importante voce in Europa, eravamo il Governo che aveva previsto la crisi che è poi è arrivata, avevamo fatto la proposta del Fondo europeo, degli Eurobond, su tantissime cose eravamo molto ascoltati, molto più di tanti altri. Poi arriva la crisi delle banche e improvvisamente l’Europa diventa di colpo come la fattoria degli animali dove tutti sono uguali ma alcuni sono più uguali degli altri e la crisi che non era stata gestita alla fine, che è partita dalla Grecia e impattava sulle banche tedesche, ha generato tutto un meccanismo in cui l’Europa ha tradito il senso che avrebbe dovuto avere, che ha avuto per tanto tempo, che era quello della solidarietà. Poi non si era capito o voluto capire che la crisi non veniva dai debiti pubblici ma dai debiti o dai crediti delle banche e quello fu l’errore nel quale è caduta l’Europa. Per salvare le banche di qualcuno si è distrutto il principio della solidarietà. Quando adesso Lagarde o Juncker che dicono ‘Sulla Grecia abbiamo sbagliato’, beh, sulla Grecia non è stato fatto un errore ma un crimine politico, ma in ogni caso non ti dicono perché è stato fatto quell’errore. L’errore è quello, non avere capito che il meccanismo dell’Europa è la solidarietà tra gli Stati e non la violenza di alcuni sugli altri”. Di seguito il video integrale dell'intervista.
Giulio Tremonti a RTL 102.5, non torno a fare politica
Giulio Tremonti a Non Stop News del 15 aprile 2019

Il professore ed ex ministro è intervenuto in Non Stop News, condotto da Giusy Legrenzi, Fulvio Giuliani e Pierluigi Diaco. Puoi seguire RTL 102.5 in RADIOVISIONE sul canale 36 del digitale terrestre, 736 di Sky, in FM, Digital Radio, dal sito internet ufficiale, dall’App e dai nostri social! Sito internet: http://www.rtl.it Facebook: https://www.facebook.com/RTL102.5/ Twitter: https://twitter.com/rtl1025 Instagram: https://www.instagram.com/rtl1025/

Share this story: