Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: Antonio Megalizzi è morto, il giovane reporter italiano era rimasto gravemente ferito durante l'assalto ai mercatini di Natale a Strasburgo, aveva 28 anni
- Brasile: il Tribunale Supremo Federale chiede l'arresto di Cesare Battisti, ma al momento l'ex terrorista è irreperibile e ricercato
- Roma: prosegue la trattativa tra governo italiano e Commissione europea sulla manovra, il premier Conte, l'Italia non ha il cappello in mano
- Roma: irregolare una mensa scolastica su tre, i controlli dei Nas evidenziano irregolarità, il ministro della Salute Giulia Grillo, è un film dell'orrore
- Milano: condanna all'ergastolo per Alessandro Garlaschi, il tranviere accusato di aver ucciso con 85 coltellate la diciannovenne Jessica Valentina Faoro
- Milano: X Factor12, trionfo per Anastasio, il rapper napoletano ha battuto ìNaomi, record di ascolti in radio e in tv per la finale 2018
- Sci: l'azzurro Innerhofer sfiora la vittoria nel Super G in Val Gardena, secondo alle spalle di Svindal per soli 5 centesimi
- Calcio: decisione Uefa, per il Milan pareggio di bilancio entro il 2021 o un anno senza coppe
- Calcio: domani due anticipi di serie A, alle 18.00 Inter-Udinese e alle 20.30 il derby Torino-Juventus
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
21 novembre 2018

Gli statali si ammalano meno, cala il divario con i privati

I dati arrivano a un anno dall'entrata in vigore del Polo Unico sulle visite fiscali

A un anno dall'entrata in vigore del Polo Unico sulle visite fiscali si assiste a un calo consistente dei giorni di malattia chiesti dai dipendenti statali (-7,3%), mentre aumentano quelli chiesti dai privati (+4,9%). Anche se si osserva un calo delle visite di controllo rispetto al trimestre precedente, si continua ad assistere a un effetto deterrenza da possibile visita fiscale.

Gli statali si ammalano meno, cala il divario con i privati

Tra luglio e settembre gli statali hanno avuto 4,4 milioni di giorni di malattia (-7,3%) con 702.280 certificati (-3,1%), mentre i lavoratori privati registrano un aumento sia dei giorni di malattia sia dei certificati (quasi 2,5 milioni, +6,8%). In pratica quindi per i lavoratori pubblici sono diminuiti i certificati ma soprattutto i giorni medi per certificato.