Governo, 5 Stelle e PD divisi dal vincolo di mandato

 26 settembre 2019

La proposta arriva da Di Maio, che annuncia anche 100mila euro di risarcimento per chi lascia il Movimento. I Dem: “Non se ne parla”

Dagli Stati Uniti torna ad esternare Luigi Di Maio, e lo fa dopo le voci di scissione dentro il Movimento, annunciando una richiesta di risarcimento di 100mila euro per chi lascia i 5S, e chiedendo al Partito Democratico l’introduzione del vincolo di mandato. Dai Dem per ora la risposta è perentoria ed è negativa, però il capo politico dei pentastellati Di Maio insiste e nel frattempo gioisce per il prossimo voto sul taglio dei parlamentari, che ci sarà alla Camera il 7 ottobre. Intanto la sentenza della Consulta sul fine vita continua a far discutere, con i vescovi all’attacco. Matteo Renzi suggerisce di "fare uno sforzo di ascoltarsi l'un l'altro", Matteo Salvini e Giorgia Meloni dicono che mai approveranno "il suicidio per legge”, la senatrice Pd Monica Cirinna' invoca a breve un intervento del Parlamento. Come dire, i partiti sono divisi pure al loro interno. E il segretario generale della Cei, monsignor Russo, chiede l'obiezione di coscienza per i medici e accusa: "Non comprendo come si possa parlare di libertà, la società perde il lume della ragione". Intanto ci vorrà almeno un mese di tempo per il deposito delle motivazioni della sentenza su cui, si apprende, si è registrata l'unanimità dei giudici costituzionali, in un clima di grande soddisfazione reciproca.
Governo, 5 Stelle e PD divisi dal vincolo di mandato

Share this story: