Governo Conte bis, svolta sull'immigrazione

 05 settembre 2019

IL Cdm impugna la legge del Friuli leghista e indica Gentiloni come commissario Ue, l’ex premier: “Al lavoro per una stagione migliore”

Il nuovo esecutivo è nato con un altro stile rispetto al primo Conte, tutto si è svolto nel segno del profilo sobrio, dai vestiti ai comportamenti, alla mancanza dei sostenitori nella grande piazza del Quirinale. E il primo atto è stato l'indicazione all'Ue di Paolo Gentiloni come componente italiano della Commissione, probabilmente agli Affari Economici. Non solo, ecco, su richiesta del ministro per gli Affari regionali Boccia, l’impugnazione da parte del cdm di una legge del Friuli, perché contenente 'disposizioni discriminatorie in materia di immigrazione'. Con l’Europa che nel frattempo plaude al nuovo esecutivo. Il premier Giuseppe Conte da parte sua ha invitato a lavorare coesi sul programma. Intanto l'opposizione annuncia battaglia, con il leader di FdI Giorgia Meloni che conferma per lunedì, giorno in cui la Camera dovrà esprimersi sulla fiducia, la protesta davanti a Montecitorio. Protesta a cui ha aderito anche Matteo Salvini con la Lega. 
Governo Conte bis, svolta sull'immigrazione

Share this story: