Governo, il premier Draghi sostituisce il Commissario Arcuri e chiama un generale per la sfida dei vaccini

01 marzo 2021, ore 19:00
agg. 12 marzo 2021, ore 10:28

Francesco Paolo Figliuolo, è nato a Potenza, 60 anni, ha una lunga esperienza nelle Forze Armate, con missioni internazionali tra l’altro in Kosovo e Afghanistan. Le competenze acquisite sul campo per centrare l’obbiettivo: accelerare la campagna vaccinale

Era sulla "graticola" da tempo il Commissario uscente alla gestione della pandemia, Domenico Arcuri, sostituito oggi dal premier Mario Draghi con il Generale di Corpo d'Armata, Francesco Paolo Figliuolo. Arcuri è stato nominato Commissario straordinario il 18 marzo 2020 con il compito di affiancare il governo nella complicata fase di gestione dell'emergenza: procurando mascherine e attrezzature per le terapie intensive, tanto per cominciare, ma anche dispositivi di emergenza per gli ospedali o banchi per la riapertura delle scuole. E organizzando la campagna di vaccinazione. Il tutto - stabilisce il governo - in deroga alle norme per la gestione del Ssn che prevede che gli acquisti vengano effettuati in parte direttamente dalle strutture, in parte attraverso le centrali regionali, in parte attraverso Consip. Arcuri decide di non usufruire delle centrali di acquisto ma le difficoltà si evidenziano presto e per buona parte degli acquisti (guanti, mascherine, tute, presidi di protezione e sanitari) devono subentrare le Regioni. Problemi soprattutto per l'acquisto di mascherine sul cui appalto indaga la Corte dei Conti. E dossier aperti ci sarebbero anche sulla fornitura di banchi per la scuola.

Le Primule


Ma la questione più grande, sulla quale il Commissario è incappato nello stop di Draghi, sono state le Primule: i centri per la vaccinazione. Annunciate in pompa magna come simbolo della lotta dello Stato contro la pandemia, basate su un progetto dell'architetto Boeri, hanno trovato proprio nei tecnici e negli addetti ai lavori le voci più critiche. Il 17 febbraio il neopremier Mario Draghi nel discorso programmatico ha subito chiarito il nuovo corso: "Non dobbiamo limitare le vaccinazioni all'interno di luoghi specifici, spesso ancora non pronti: abbiamo il dovere di renderle possibili in tutte le strutture disponibili, pubbliche e private. Facendo tesoro dell'esperienza fatta con i tamponi che, dopo un ritardo iniziale, sono stati permessi anche al di fuori della ristretta cerchia di ospedali autorizzati. E soprattutto imparando da Paesi che si sono mossi più rapidamente di noi disponendo subito di quantità di vaccini adeguate".

era sulla "graticola" da tempo il commissario uscente alla gestione della pandemia, domenico arcuri, sostituito oggi dal premier mario draghi con generale di corpo d'armata, francesco paolo figliuolo. arcuri è stato nominato straordinario il18 marzo 2020 compito affiancare governo nella complicata fase dell'emergenza: procurando mascherine e attrezzature per le terapie intensive, tanto cominciare, ma anche dispositivi emergenza gli ospedali o banchi la riapertura delle scuole. organizzando campagna vaccinazione. tutto - stabilisce in deroga alle norme del ssn che prevede acquisti vengano effettuati parte direttamente dalle strutture, attraverso centrali regionali, consip. decide non usufruire acquisto difficoltà si evidenziano presto buona degli (guanti, mascherine, tute, presidi protezione sanitari) devono subentrare regioni. problemi soprattutto l'acquisto sul cui appalto indaga corte dei conti. dossier aperti ci sarebbero fornitura scuola. questione più grande, quale incappato nello stop draghi, sono state primule: i centri annunciate pompa magna come simbolo lotta dello contro basate su un progetto dell'architetto boeri, hanno trovato proprio nei tecnici negli addetti ai lavori voci critiche. 17 febbraio neopremier nel discorso programmatico ha subito chiarito nuovo corso: "non dobbiamo limitare vaccinazioni all'interno luoghi specifici, spesso ancora pronti: abbiamo dovere renderle possibili tutte strutture disponibili, pubbliche private. facendo tesoro dell'esperienza fatta tamponi che, dopo ritardo iniziale, stati permessi al fuori ristretta cerchia autorizzati. imparando paesi mossi rapidamente noi disponendo quantità vaccini adeguate". adesso figliuolo, potentino, 60enne, una lunga esperienza nelle forze armate, missioni internazionali tra l'altro kosovo afghanistan. l'emergenza covid posto dovrà ora fronteggiare sfida forse difficile: accelerare vaccinale arrivare prima possibile a copertura ragionevole. ufficiale artiglieria montagna, figliuolo svolge primissime esperienze comando presso gruppo "aosta" saluzzo, divenirne comandante anni 1999-2000, periodo conduce l'unità missione kosovo, nell'enclave serba goradzevac (pec). reggimento montagna fossano 2004-2005, settembre 2009 all'ottobre 2010 ricopre l'incarico vice brigata "taurinense" assumerne, senza soluzione continuità sino 2011. 7 novembre 2018 logistico dell'esercito. vive torino moglie enza due figli. appassionato lettura sport, pratica nuoto sci istruttore militare. dpcm intanto svolto l’ultimo confronto presidenti regione. poi, domani presidente consiglio firmerà dpcm, misure anti-covid. aperture sollecitate governatori, sindaci rappresentanti categoria elencate lettera conferenza regioni trasmesso palazzo chigi appaiono visto curva epidemiologica scende varianti virus continuano provocare nuovi focolai, percorso revisione parametri avviato già 27 alcuni settori cinema teatri, musei mostre fine settimana potranno ripartire. provvedimento sommano ordinanze locali isolare aree maggior rischio. particolare stata creata fascia arancione scuro rafforzare divieti previsti quella decretare lockdown locale. ecco tutti punti chiave saranno valide mese. quando entrerà vigore dpcm? 6 sarà valido fino aprile. l’italia continuerà essere divisa fasce rischio? sì, alcune zone decretato regime restrizioni ulteriori. chi può andare bianca? dove tre settimane l’incidenza contagiati inferiore 50 persone 100mila abitanti possono bianca. differenza c’è scuro? chiuse scuole seconde case. divieto spostamento confermato? sì. l’unica eccezione riguarda motivi lavoro, salute urgenza giustificati modulo autocertificazione. rimane case? case se trovano bianca, gialla arancione. seconda casa trova zona rossa. esclusivamente nucleo familiare. esserci altre persone. presa affitto breve considerata casa? no, bisogna dimostrare averne avuto titolo proprietà 14 gennaio 2021. rossa arancione? vietato uscire quei territori. albergo? purché rimanga regione residenza. due, minori anni, parenti amici? solo volta giorno 5 22 fermarsi dormire. genitori separati divorziati spostarsi stare figli minori? questo sempre consentito. arancione, rosso consentito l’asporto cibo bevande bar ristoranti? dai 18. ristoranti 22. È consentita consegna domicilio? bianca quali attività aperte? tutte, continuare tenere mascherina osservare regole distanziamento. coprifuoco svolgere motoria sportiva? sì all’interno comune l’attività deve svolta pressi propria abitazione. prevista meno 5.000 abitanti? abita «per distanza superiore trenta chilometri relativi confini, esclusione spostamenti verso capoluoghi provincia». torna dall’estero sottoporsi tampone antigenico molecolare? 48 ore antecedenti all’ingresso italia. rimanere quarantena? isolamento fiduciario quattordici giorni uniti, austria, brasile, regno unito irlanda nord.


Il generale


Adesso Figliuolo, potentino, 60enne, una lunga esperienza nelle Forze Armate, con missioni internazionali tra l'altro in Kosovo e Afghanistan. Il Generale Francesco Paolo Figliuolo, nuovo commissario straordinario per l'emergenza Covid al posto di Domenico Arcuri, dovrà ora fronteggiare la sfida forse più difficile: accelerare con la campagna vaccinale per arrivare prima possibile a una copertura ragionevole. Ufficiale di artiglieria da montagna, Figliuolo svolge le primissime esperienze di comando presso il Gruppo Artiglieria "Aosta" a Saluzzo, per divenirne Comandante negli anni 1999-2000, periodo in cui conduce l'unità in missione in Kosovo, nell'enclave serba di Goradzevac (Pec). Comandante del I Reggimento di artiglieria da montagna di Fossano negli anni 2004-2005, dal settembre 2009 all'ottobre 2010 ricopre l'incarico di Vice Comandante della Brigata "Taurinense" per assumerne, senza soluzione di continuità il Comando sino all'ottobre 2011. Dal 7 novembre 2018 è Comandante Logistico dell'Esercito. Il Generale Figliuolo vive a Torino con la moglie Enza e ha due figli. Appassionato di lettura e sport, pratica nuoto e sci di cui è istruttore militare.

Il nuovo Dpcm


Intanto oggi si è svolto l’ultimo confronto con i presidenti di Regione. Poi, domani il presidente del Consiglio Mario Draghi firmerà il nuovo Dpcm, con le misure anti-Covid. Le aperture sollecitate da governatori, sindaci e rappresentanti di categoria - elencate nella lettera che la conferenza delle Regioni ha trasmesso a palazzo Chigi - non appaiono possibili visto che la curva epidemiologica non scende e le varianti del virus continuano a provocare nuovi focolai, ma il percorso per una revisione dei parametri è avviato e già dal 27 marzo alcuni settori - cinema e teatri, musei e mostre anche nel fine settimana - potranno ripartire. Al provvedimento del governo si sommano le ordinanze locali per isolare le aree di maggior rischio. In particolare è stata creata una fascia di arancione scuro per rafforzare alcuni divieti previsti in quella arancione senza decretare il lockdown locale. Ecco tutti i punti chiave delle misure che saranno valide per un mese.
Quando entrerà in vigore il Dpcm?
Il 6 marzo e sarà valido fino al 6 aprile.
L’Italia continuerà a essere divisa per fasce di rischio?
Sì, In alcune zone è stato già decretato il regime di arancione scuro che prevede alcune restrizioni ulteriori.
Chi può andare in fascia bianca?
Le Regioni dove per tre settimane l’incidenza dei nuovi contagiati è inferiore a 50 persone per 100mila abitanti possono andare in fascia bianca.
Che differenza c’è tra la fascia arancione e la fascia arancione scuro?
Nella fascia arancione scuro sono chiuse le scuole e non si può andare nelle seconde case.
Il divieto di spostamento tra le Regioni è stato confermato?
Sì. L’unica eccezione riguarda i motivi di lavoro, salute e urgenza che devono essere giustificati con il modulo di autocertificazione.
Rimane la deroga per andare nelle seconde case?
Sì, si può andare nelle seconde case se si trovano in fascia bianca, gialla e arancione. Non si può andare se la seconda casa si trova in una zona in fascia arancione scuro e in fascia rossa.
Chi può andare nelle seconde case?
Esclusivamente il nucleo familiare. In casa non possono esserci altre persone.
Una casa presa con affitto breve può essere considerata seconda casa?
No, per essere considerata seconda casa bisogna dimostrare di averne avuto titolo - proprietà o affitto - prima del 14 gennaio 2021.
Chi vive in una zona in fascia arancione scuro o in fascia rossa può andare nelle seconde case che si trovano in fascia bianca, gialla o arancione?
No, è vietato uscire da quei territori.
Si può andare in albergo?
Sì, se vive in fascia bianca, gialla o arancione e purché si rimanga nella regione di residenza.
Si può ancora andare in due, con minori di 14 anni, a casa di parenti e amici?
Sì, ma solo una volta al giorno dalle 5 alle 22 e senza fermarsi a dormire. Non si può andare se si vive in fascia rossa.
I genitori separati o divorziati possono spostarsi tra le Regioni per stare con i figli minori?
Sì, questo spostamento è sempre consentito.
Nelle aree in fascia arancione, arancione scuro e rosso è consentito l’asporto di cibo e bevande da bar e ristoranti?
Dai bar è consentito l’asporto fino alle 18. Dai ristoranti fino alle 22.
È consentita la consegna a domicilio?
Sì.
In fascia bianca quali attività sono aperte?
Tutte, ma bisogna continuare a tenere la mascherina e osservare le regole del distanziamento. Il coprifuoco non è più alle 22.
In fascia arancione e arancione scuro si può svolgere attività motoria e sportiva?
Sì all’interno del proprio comune di residenza.
In fascia rossa è consentito svolgere attività motoria e sportiva?
Sì ma l’attività motoria deve essere svolta nei pressi della propria abitazione.
È ancora prevista la deroga di uscire dal proprio comune se ha meno di 5.000 abitanti?
Sì, per chi abita in fascia arancione. Ma «per una distanza non superiore a trenta chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia».
Chi torna dall’estero deve sottoporsi a tampone antigenico o molecolare?
Sì, nelle 48 ore antecedenti all’ingresso in Italia.
Chi torna dall’estero deve rimanere in quarantena?
Deve stare in isolamento fiduciario di quattordici giorni per chi torna da Stati Uniti, Austria, Brasile, Regno Unito e Irlanda del Nord.
Governo, il premier Draghi sostituisce il Commissario Arcuri e chiama un generale per la sfida dei vaccini
Tags: Arcuri, Dpcm, Draghi, vaccini

Share this story: