Governo, subito i franchi tiratori nella maggioranza

 18 settembre 2019

Montecitorio con voto segreto nega gli arresti per Sozzani (Fi), i 5S protestano. Intanto fra Conte e sindacati buona la prima

A uno dei primi voti in aula Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico si dividono immediatamente: difatti, la Camera salva dall’arresto il deputato forzista Diego Sozzani, tanti i franchi tiratori nella nuova maggioranza, poiché a fine luglio la Giunta per le Autorizzazioni si era invece espressa per l'okkey ai domiciliari, con il voto a favore di grillini e Dem: una decisione annullata oggi dall'Assemblea, a scrutinio segreto, fra le proteste dei pentastellati. Nel frattempo, sono 14 i senatori del neo-gruppo di Matteo Renzi, Italia Viva, dove arriva il primo 'acquisto' da Forza Italia, la senatrice Donatella Conzatti. Eppure il leader degli Azzurri Silvio Berlusconi smentisce fughe dal partito. Intanto il premier Giuseppe Conte vede Cgil, Cisl e Uil a Palazzo Chigi e illustra le linee guida della prossima legge di Bilancio: dalla lotta all'evasione fiscale, agli investimenti 'verdi', al Sud. E ha posto in evidenza anche un piano straordinario per la sicurezza sul lavoro. Si vuole tenere i conti in ordine, ha poi aggiunto, fondamentale una seria lotta all'evasione fiscale. L'ascolto delle parti sociali, ha spiegato, è un metodo che si intende proseguire: 'Il nostro obiettivo è quello di remare insieme per il bene del Paese'. I sindacati: buon inizio, si è riaperto il dialogo.
Governo, subito i franchi tiratori nella maggioranza

Share this story: