I 60 anni delle Frecce tricolore. Mattarella, è sempre entusiasmante vedervi

18 settembre 2021, ore 22:38

Nei cieli di casa, a Rivolto (Ud), la pattuglia acrobatica nazionale ha festeggiato 6 decenni di volo e regalato uno show spettacolare alle migliaia di persone presenti e a tutta Italia

Da 60 anni solcano i cieli d’Italia e del mondo, lo hanno fatto anche in uno dei momenti più difficili per il Paese, chiuso in casa per la pandemia, le Frecce tricolori hanno stretto in un “abbraccio tricolore” gli italiani da nord a sud. Oggi hanno volato “in casa”, nella base di Rivolto per celebrare una nuova ripartenza nel 60/o anno dalla fondazione alla presenza delle massime cariche dello Stato. Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che salutando i piloti ha detto “"E' stato entusiasmante vedervi complimenti". Sugli spalti, tra gli altri, anche la presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini e il presidente del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. Il ministro Guerini ha sottolineato che questa è "Una giornata speciale per le Frecce tricolori e per gli italiani che ammirano le Frecce, la loro capacità e coraggio, dedizione. Rappresentano l'eccellenza dell'Aeronautica militare italiana, un vanto non solo per il Paese ma anche all'estero”. E domani proseguono i festeggiamenti.

MATTARELLA, ENTUSIASMANTE VEDERVI

"E' sempre uno spettacolo vedervi. Complimenti. E' stato entusiasmante" ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ai piloti delle Frecce Tricolori, salutandoli al termine dell'Air Show di Rivolto, prima della foto di rito sulla pista. Il capo dello Stato ha osservato come "In importanti cerimonie come il 2 giugno all'Altare della Patria, il 2 giugno e altri giorni, il vostro passaggio è un momento clou, un momento centrale". E ancora rivolgendosi alla pattuglia delle Frecce Mattarella ha aggiunto "Siete un magnifico simbolo dell'Italia. Complimenti e grazie". Mattarella è arrivato a Rivolto nel pomeriggio, a bordo di un AirBus A319, con una 'scorta' eccezionale, due Eurofighter si sono affiancati all’aereo del Presidente.

MINISTRO GUERINI, SONO ECCELLENZA DELL’AERONAUTICA

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha definito le Frecce Tricolori e le loro acrobazieAmbasciatori dell’Italia nel mondo”. "Siamo qui a rappresentare il sentimento degli italiani verso le Frecce tricolori. La nostra pattuglia acrobatica nazionale suscita negli italiani tante emozioni, lo abbiamo visto anche nel corso dell'emergenza sanitaria dello scorso anno quando hanno sorvolato i cieli di tante città italiane, stringendo il Paese in un abbraccio che rappresentava l'abbraccio della nostra bandiera a rappresentare che le Istituzioni erano vicine agli italiani, ma anche la volontà dell'Italia di rimettersi in cammino e di superare i momenti critici che sono alle nostre spalle anche se il nostro lavoro deve continuare". Guerini ha poi aggiunto "Un ambasciatore, le frecce tricolori, del nostro Paese nel mondo una testimonianza dei valori di eccellenza, di professionalità, di capacità, di coraggio e di dedizione, nel cuore degli italiani e dei tanti Paesi in cui siamo stati chiamati a rappresentare l'attività delle frecce tricolori”.

CAPO DI STATO MAGGIORE GENERALE ROSSO

Il generale di squadre aerea Alberto Rosso, Capo di Stato Maggiore dell'aeronautica militare ha sottolineato come le celebrazioni per i 60 anni delle Frecce Tricolori in corso a Rivolto siano un segnale di ripartenza, di soddisfazione e di orgoglio. "C'è la possibilità di far vedere tante capacità dell'Aeronautica militare e poi c'è la soddisfazione di avere la ripresa di un pochino di attività, anche sociale con la presenza di pubblico, nonostante siano pochi e con misure di sicurezza". L'auspicio del generale Rosso è che "possa dare a tanti italiani la soddisfazione e l'orgoglio di sentirsi parte di capacità che sono tutte nostre".

LE EVOLUZIONI SPETTACOLARI DELLE FRECCE TRICOLORI

Un cuore disegnato in cielo trafitto dal 'solista'. Una scintilla tricolore che si libera e riempie il cielo, l’incrocio a bassa quota, veloce e chirurgico, tra i 9 aerei che ha provocato brividi nelle migliaia di persone presenti, tutte col naso all’insù. Acrobazie e figure delle Frecce tricolori che di verde, bianco e rosso hanno colorato il cielo di Rivolto. Come un altro grande abbraccio tricolore, dietro ci sono un addestramento continuo, competenze e la capacità di fare squadra di un’intera forza armata. Le Frecce ambasciatrici del sistema Italia sul territorio nazionale e ancor di più negli scenari internazionali in cui sono chiamati ad esibirsi.


I 60 anni delle Frecce tricolore. Mattarella, è sempre entusiasmante vedervi

TEN. COL. FARINA, COMANDANTE DELLE FRECCE TRICOLORI E ANCHE UN PO’ DIRETTORE D’ORCHESTRA

Gaetano Farina, comandante delle Frecce Tricolori, nome in codice Pony 0, come un direttore d’orchestra guida da terra le evoluzioni aeree dei dieci membri della formazione. Ai microfoni di RTL 102.5 il comandante Farina ha confermato che è un parallelismo che calza “Il comandante delle Frecce coordina e gestisce da terra il volo dei piloti, il comandante da indicazioni al capo formazione, al solista per fare in modo che il volo sia eseguito in modo spettacolare e in assoluta sicurezza”.






Tags: 60 anni , Aeronautica Militare, Alberto Rosso, Frecce tricolori, Freccetricolori60, Gaetano Farina, Lorenzo Guerini, Sergio Mattarella

Share this story: