I filorussi condannano a morte 3 prigionieri stranieri che combattevano per Kiev. Putin, non faremo la fine dell’Urss

09 giugno 2022, ore 20:53

La reazione di Londra, sono prigionieri di guerra e hanno diritto all’immunità. La guerra intanto va avanti tra combattimenti e bombardamenti

Downing Street sottolinea che lo status di prigionieri di guerra dà loro diritto all’immunità in base alla Convenzione di Ginevra. Aiden Aslin, Shaun Pinner, e Saaudun Brahim sono stati condannati alla pena capitale dalla corte suprema della sedicente Repubblica Popolare del Donetsk che però fa sapere "I tre possono chiedere la grazia". Intanto, proseguono gli scontri, è stato bombardato l'impianto chimico Azot a Severodonetsk, dove sono rifugiati circa 800 civili. Almeno 3 civili sono stati uccisi nella regione di Karkhiv. La Russia "non cadrà nella stessa trappola dell'Urss, la sua economia resterà aperta" ha assicurato Vladimir Putin mentre il premier Mario Draghi, da Parigi, ha sostenuto che le sanzioni hanno dato un duro colpo agli oligarchi vicini al Cremlino e all'economia russa. La guerra va avanti da 106 giorni e la presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha detto "Ricostruiremo l'Ucraina, è un nostro obbligo morale”.

PODOLYAK, PERDIAMO TRA 100 E 200 SOLDATI AL GIORNO

L'Ucraina sta perdendo in battaglia tra 100 e 200 soldati al giorno. Lo ha detto in un'intervista alla Bbc Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente Volodymyr Zelensky, secondo cui l'esercito di Kiev per combattere con i russi ha bisogno di centinaia, non di una manciata, dei più potenti sistemi d'artiglieria che l'Occidente può fornirle.

DI MAIO, FERMARE GUERRA IL PRIMA POSSIBILE

L'obiettivo deve essere quello di portare il presidente russo, Vladimir Putin, al tavolo dei negoziati "senza rinunciare a ricordare sempre che qui esiste un invaso e un invasore. E le due parti non solo allo stesso livello. Perchè l'Ucraina è stata aggredita dalla Russia e noi dobbiamo fare in modo che questa guerra finisca il prima possibile" lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, rispondendo ai cronisti a margine del consiglio Ocse a Parigi. Per il capo della Farnesina, non dev'essere una "pace imposta ma una pace che parta dalle esigenze dell'Ucraina".

ZELENSKY CHIEDE DI ESCLUDERE LA RUSSIA DALLA FAO

Il presidente ucraino Zelensky ha chiesto l'esclusione della Russia dalla Fao perchè colpevole di causare "la carestia per almeno 400 milioni di persone, se non oltre un miliardo". L'appello arriva nel giorno in cui l'organizzazione Onu per l'Alimentazione e l'Agricoltura con sede a Roma redige un rapporto da cui si evince che quest'anno ammonta a quasi 2.000 miliardi di dollari il valore-record raggiunto dalle importazioni globali di cibo, non a causa dell'aumento dei volumi ma dei prezzi elevati e dei costi di trasporto. E' c'è preoccupazione perchè "molti Paesi vulnerabili stanno pagando di più per ricevere meno cibo".


I filorussi condannano a morte 3 prigionieri stranieri che combattevano per Kiev. Putin, non faremo la fine dell’Urss

BLOOMBERG, COMMISSIONE VERSO OK A CANDIDATURA UE UCRAINA

La Commissione europea la settimana prossima potrebbe dare all'Ucraina il via libera allo status di candidato all'ingresso in Ue. E' quanto riporta Bloomberg, che cita fonti vicine al dossier secondo le quali al tavolo del collegio dei commissari della settimana prossima approderà la raccomandazione che conterrà il placet dell'esecutivo europeo. Il via libera sarà legato ad alcune condizionalità sullo stato di diritto e sulla legislazione anti-corruzione in Ucraina. Se la Commissione varerà la raccomandazione, il suo parere positivo sulla candidatura ucraina approderà al summit europeo di fine giugno.

Tags: Condanna a morte, Di Maio, Draghi, Londra, Putin, Russia, Ucraina, Ue, Zelensky

Share this story: