Il comune deve mille euro allo Stato, il sindaco raccoglie 168 chili di monetine

 10 novembre 2019 | Monetine, Sindaco, Stato

Dietro al gesto c'è la protesta del primo cittadino nei confronti di un eccesso di burocrazia

Quasi due quintali di monetine, tutte da un centesimo. È questa l'entità della protesta del sindaco di Malegno, comune della Val Camonica in provincia di Brescia, che ha deciso di reagire a quello che a suo dire è un episodio di eccesso di burocrazia. Il primo cittadino avrebbe dovuto restituire allo Stato il cinque per mille che gli abitanti, duemila in totale, hanno devoluto al municipio nel 2014. Una cifra poco superiore ai mille euro. La restituzione è stata richiesta dal ministero per un ritardo di venti giorni nella rendicontazione della cifra in questione da parte del comune. Il sindaco ha così preparato 168 chili di monetine da un centesimo, raccolti in sei sacchi. "Ora il ministero venga a ritirare i soldi" dichiara l'uomo. "Vivo la sensazione di essere considerato come la Banda Bassotti che cerca di rapinare Paperon de Paperoni dei suoi sacchi pieni di monete".
Il comune deve mille euro allo Stato, il sindaco raccoglie 168 chili di monetine

Share this story: