Il vaccino contro il Covid sia per tutti, i leader del G20 si impegnano a non lasciare indietro i Paesi più poveri

22 novembre 2020, ore 17:51

Lo si legge nella bozza del comunicato finale del summit in corso, sotto la presidenza dell’Arabia Saudita; il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in un video-messaggio, ha ribadito che l’imperativo è “garantire l'accesso alla diagnosi, alle terapie, e ai vaccini a tutta la comunità mondiale”

Il G20 di Riad è dedicato al Covid

Il primo G20, che si tiene in un Paese arabo, si svolge a distanza,  con i leader collegati in video conferenza e ha come tema portante del confronto, le strategie internazionali per battere il Coronavirus; nella bozza del comunicato finale viene sottolineato l’impegno a finanziare un'equa distribuzione dei vaccini, cosicché i Paesi più poveri non siano esclusi: “un’ immunizzazione ampia è riconosciuta come bene pubblico", scrivono i Leader dei 20 .


Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, “ investimenti su salute pubblica, imperativo morale”

“Dobbiamo affrontare l'emergenza Covid investendo nella salute pubblica, è un imperativo morale e sociale oltre che politico, usciremo dalla crisi solo concependo un nuovo inizio”: questi i punti fondamentali che ha sottolineato nel suo videomessaggio della sessione d’apertura dei lavori, il premier italiano.  L’impegno italiano su queste prerogative continuerà con l’assunzione della presidenza G20 per il prossimo anno. Conte ha assicurato che l’Italia promuoverà uno sforzo coordinato per superare la crisi economica, con particolare riguardo ai Paesi più vulnerabili.


L’Italia, Paese–chiave nelle future strategie sanitarie anti-Covid

Il nostro Paese che assumerà dal primo dicembre la guida del G20, ospiterà anche il “Global Health Summit”, appuntamento fondamentale per la Sanità mondiale che sarà allargato anche ai Paesi dell’Unione Europea. E nel suo discorso, il Presidente del Consiglio ha richiamato proprio a quelli che considera pilastri della lotta alla pandemia: attenzione ai vulnerabili, multilateralismo, la salute pubblica come bene comune. Per Conte, la pandemia deve essere anche occasione di "un nuovo inizio". In Italia e nel mondo. Conte ha sottolineato la necessità di restare uniti e di creare una nuova normalità. Il vaccino anti-Covid è sicuramente la questione più scottante, anche perché intorno alla sua realizzazione si sta accendendo una sfrenata concorrenza. Un invito alla collaborazione e all’inclusione è stato rivolto dal Presidente francese, Emmanuel Macron che ha sottolineato che la crisi sanitaria "è un test per il G20" e non ci sarà "una risposta efficace alla pandemia che non sia globale”.


Il discorso di Trump: ”Voglio lavorare a lungo ancora con voi”

Al G20 torna alla carica Donald Trump; l’attuale Presidente degli Stati Uniti si rivolge in un video messaggio agli altri leader, nel corso della sessione di apertura del G20, salutandoli da vincitore delle elezioni. Trump avrebbe detto di non vedere l'ora di continuare a lavorare insieme a loro: "E' stato un grande onore lavorare con voi, e non vedo l'ora di continuare a lavorare con voi per un lungo periodo", avrebbe detto il tycoon secondo quanto riportato dal britannico Guardian, che cita un audio ottenuto dall'Observer “Non vedo l'ora di lavorare altri dieci anni con voi”Poi secondo le fonti ufficiali della Casa Bianca, Trump ha dichiarato che gli Stati Uniti hanno dispiegato "ogni risorsa a loro disposizione per rispondere alla crisi" e "hanno portato avanti azioni aggressive per proteggere i più deboli e per sviluppare vaccini e terapie per il Covid-19 a velocità record".

Il vaccino contro il Covid sia per tutti, i leader del G20 si impegnano a non  lasciare indietro i Paesi più poveri
Tags: Covid19, G20, GiuseppeConte, GlobalHealthSummit

Share this story: