Il Viminale ha pubblicato un rapporto sugli scomparsi in Italia, nel 2020 più di 13mila le persone svanite nel nulla

17 febbraio 2021, ore 16:00 , agg. alle 17:05

Più della metà delle persone di cui si sono perse le tracce in Italia è di origine straniera

Nel 2020, in Italia sono scomparse 13.527 persone, più della metà, 7.672, minorenni, 5.511 dei quali di nazionalità straniera. La tendenza è in calo con l'11% in meno delle denunce rispetto all'anno precedente. Lo rivela la relazione annuale presentata dal Ministero dell'Interno sulle persone scomparse, curata del commissario straordinario Silvana Riccio.


Un monitoraggio iniziato nel 2007

Nel 2007 fu istituito l'Ufficio del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse e, in totale, da quel momento alla fine dello scorso anno, le denunce di scomparsa registrate sono state 188.966. Le persone svanite nel nulla che non sono mai state ritrovate sono 49.899. Dal monitoraggio dei ritrovamenti, la Relazione, ha spiegato il commissario Riccio, "conferma che la forbice fra numero degli scomparsi e numero dei ritrovamenti si sta progressivamente restringendo. È un dato positivo - ha sottolineato - dovuto all'efficacia della collaborazione sempre più affinata con le Forze di polizia, le altre istituzioni, i territori e le associazioni, portata avanti anche nel 2020 in piena emergenza Covid-19".


Emanuela Orlandi, Angela Celentano e Denise Pipitone

Tre persone simbolo del dolore infinito che può portare una scomparsa sono sicuramente Emanuela Orlandi, Angela Celentano e Denise Pipitone.


Emanuela Orlandi

Cittadina Vaticana, Emanuela Orlandi scomparve nel nulla il 22 giugno del 1983. La ragazza, che tutti abbiamo imparato a ricordare come la giovane spensierata con un nastro sulla fronte che compariva sui manifesti, era appena uscita dalla scuola di musica di Roma in cui seguiva un corso di flauto, quando svanì nel nulla. Le indagini sul suo caso sono passate dagli ambienti ecclesiastici alla banda della Magliana ad Alì Agca, ma nulla ha chiarito dove sia Emanuela e se sia viva o morta. La sua famiglia non si è mai arresa.


Angela Celentano

La piccola Angela Celentano scomparve quando aveva tre anni, il 10 agosto del 1996, durante un gita con famiglia e amici sul Monte Faito, in Campania. Poco prima si divertiva ripresa da una telecamera amatoriale, poco dopo di lei si persero definitivamente le tracce. I genitori non hanno mai smesso di cercarla. Le indagini sono arrivate fino in Messico, da dove è arrivata una misteriosa mail da una presunta Angela Celentano ormai cresciuta, ma, per ora, nessuna soluzione del caso. 


Denise Pipitone

Denise Pipitone, 5 anni, scomparve da Mazzara del Vallo il primo settembre del 2004. La bambina stava giocando in strada quando svanì. Le indagini hanno portato a sospettare la famiglia del padre naturale della piccola. Jessika Pulizzi, la sorellastra indagata, è stata assolta e, anche in questo caso, non si è mai saputo dove si trovi Denise o se sia ancora viva. 
Il Viminale ha pubblicato un rapporto sugli scomparsi in Italia, nel 2020 più di 13mila le persone svanite nel nulla
Tags: Angela Celentano, Denise Pipitone, Emanuela Orlandi, persone scomparse, scomparsi, stranieri, Viminale

Share this story: