Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Milano: ex terrorista Cesare Battisti confessa per la prima volta i quattro omicidi per cui è stato condannato all'ergastolo, scuse ai familiari delle vittime
- Bologna: ergastolo per Igor il russo, il serbo condannato per gli omicidi del barista Davide Fabbri e del volontario Valerio Verri, uccisi nel 2017
- Milano: Fabrizio Corona torna in carcere, per il magistrato di sorveglianza ha violato le prescrizioni del giudice anche con partecipazione all'Isola dei famosi e l'attacco a Riccardo Fogli
- Basilicata: Vito Bardi, candidato del Centrodestra, vince le elezioni regionali con oltre il 42% delle preferenze, centrosinistra di Trerotola al 33%, il Movimento 5 stelle è primo partito, ma crolla
- Roma: protesta di Wikipedia, oscura le pagine italiane, domani il voto al Parlamento europeo sulla nuova normativa sul Copyright
- Israele: razzo partito da Gaza cade nei pressi di Tel Aviv, ferite almeno 7 persone, il premier Netanyahu anticipa il rientro in patria dagli Usa
- Calcio: la Nazionale è a Parma, domani la seconda gara di qualificazione a Euro 2020, gli azzurri affronteranno il Liechtenstein, Mancini, cominciamo ad avere un'identità
- F1: Schumacher junior dovrebbe effettuare test sulla Ferrari SF90 il prossimo 2 aprile, dopo il Gran Premio del Barhain, manca ancora l'ufficialità
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
08 gennaio 2019

Intervento all'esofago, bimba mangia per la prima volta

L’intervento è stato eseguito a Torino, all’ospedale Infantile Regina Margherita

A tre anni una bimba nata senza un tratto di esofago ha potuto mangiare per la prima volta grazie a un intervento speciale eseguito a Torino, all’ospedale Infantile Regina Margherita della Città della Salute. A spiegare i dettagli dell’operazione sono stati Fabrizio Gennari, direttore della Chirurgia pediatrica del Regina Margherita, e Renato Romagnoli, direttore della Chirurgia universitaria 2 e del Centro Trapianti di fegato delle Molinette. "Abbiamo voluto dare alla bimba la chance di avere una vita normale – hanno spiegato –. La piccola era alimentata in vena, con rischi di tipo infettivo e trombotico, ora potrà iniziare a mangiare normalmente. Per farlo abbiamo ricreato la stoffa esofagea mancante, unendo così le due parti di esofago sane. Un intervento molto complesso".

Intervento all'esofago, bimba mangia per la prima volta