Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Palermo: una donna ha ucciso a coltellate il marito mentre lui dormiva, poi ha chiamato la polizia e ha confessato, non sopportava più le sue violenze, arrestati anche i figli di 20 e 21 anni
- Roma: continuano le trattative tra Italia ed Europa sulla manovra, polemiche tra Lega e Movimento 5 Stelle, Giorgetti, il reddito di cittadinanza piace alla gente che non ci piace
- Strasburgo: è prevista per domani l'autopsia sul corpo di Antonio Megalizzi, la salma del giornalista dovrebbe essere riportata in Italia a metà della prossima settimana
- Parigi: primi scontri in città tra gilet gialli e polizia durante la quinta manifestazione nella capitale, una donna è morta in un incidente stradale ad un posto di blocco
- Genova: aperto il cantiere per la demolizione dei monconi del ponte Morandi, per il commissario Bucci la nuova struttura sarà completata entro Natale del prossimo anno
- Roma: freddo e gelo su gran parte dell'Italia, in Valle d'Aosta temperature anche 14 gradi sotto lo zero, attesa la neve anche in pianura, al Sud in arrivo la pioggia
- Calcio: oggi si giocheranno due anticipi della 16esima giornata in serie A, alle 18 Inter-Udinese, alle 20.30 il fischio d'inizio del derby Torino-Juventus
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
21 novembre 2018
  1. /

Istat, Pil 2018 a +1,1%, in calo rispetto alle stime, +1,3% nel 2019

L'economia italiana rallenta e cresce meno di quanto previsto a maggio, indicazioni Istat per l'anno prossimo inferiori a quelle del Governo

Era nell’aria, dopo le stime preliminari, questa mattina è arrivata la conferma: il Prodotto Interno Lordo italiano è stato rivisto al ribasso dall’Istat, nello scorcio finale del 2018. Il Pil di quest’anno, così, si fermerà a +1,1%, in deciso rallentamento rispetto al +1,6 dell’anno scorso e anche delle precedenti stime di maggio, che lo davano a +1,4%. Per l’anno prossimo, il Pil dovrebbe leggermente accelerare a +1,3%, ma la previsione dell’Istat resta più bassa dal +1,5 del Governo, decisiva per far quadrare i conti, partendo dal famoso deficit al 2,4%. L'Istat lancia anche l'allarme-tassi di interesse, perché un aumento di 100 punti porterebbe a un calo dello 0,7% del Pil, rispetto allo scenario di base. Altri dati riguardano la spesa delle famiglie italiane, stimata in deciso rallentamento, rispetto agli anni precedenti, con un aumento solo dello 0,9%. Recupero l’anno prossimo, al +1,2, grazie agli effetti positivi delle politiche fiscali, indicate nella Legge di Bilancio. La disoccupazione in Italia continuerà a calare, anche se lentamente: 10,5%, nel 2018 e 10,2 l’anno prossimo. Nel 2017 era all’11,2%.

Istat, Pil 2018 a +1,1%, in calo rispetto alle stime, +1,3% nel 2019