Italia, green economy arranca, troppe auto e rinnovabili ferme

 05 novembre 2019 | ferma, green economy, italia

Il nostro Paese si trova al 22esimo posto in Europa per spesa ambientale in ricerca e sviluppo

In Italia la green economy arranca. Le emissioni di gas serra non calano da 5 anni, i consumi di energia sono tornati a crescere e l'aumento delle rinnovabili si è quasi fermato negli ultimi 5 anni. È questa la fotografia dell'economia per l'ambiente in Italia, scattata dal rapporto annuale degli Stati Generali della Green Economy, che si tengono da oggi a Rimini nell'ambito di Ecomondo, la fiera italiana dell'economia verde. Inoltre l'eco innovazione non decolla, il parco auto italiano resta il più denso d'Europa (644 auto ogni 1.000 abitanti), le emissioni delle nuove auto aumentano dal 2018 e peggiora il tasso di circolarità. L'Italia si trova al 22esimo posto in Europa per spesa ambientale in ricerca e sviluppo, che è scesa del 17% tra il 2010 e il 2017. Quella pro capite è di soli 8,7 euro, molto al di sotto di quella della zona euro (14,4 euro). L'Italia è il paese europeo col tasso più alto di auto, 644 per 1.000 abitanti nel 2018, in aumento rispetto al 2017. Nei primi otto mesi del 2019, le emissioni medie specifiche delle nuove auto immatricolate sono aumentate a quasi 120 gCO2/km, ovvero il 5,5% in più rispetto allo stesso periodo di un anno fa.
Italia, green economy arranca, troppe auto e rinnovabili ferme

Share this story: