Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Corinaldo (AN): gli indagati in totale sono 8, un minorenne, i tre gestori del locale e i 4 proprietari dell'immobile dove si trova la discoteca
- Corinaldo (AN): tragedia in discoteca, altri due giovani fermati per droga, confermata l'indagine sul ragazzo che avrebbe spruzzato lo spray urticante
- Torino: l'Area Metropolitana dice Sì alla Tav, 167 a favore, 1 contrario e 8 astenuti, il sindaco Appendino non ha partecipato al voto
- Corinaldo (AN): migliorano le condizioni di 4 dei ragazzi rimasti feriti in discoteca, ora respirano autonomamente, gravi altri 3, ma sono stabili
- Gran Bretagna: Brexit, il premier Theresa May annuncia il rinvio del voto sull'accordo, perché ora sarebbe respinto
- Pavia: spray urticante in una scuola superiore, 30 ragazzi intossicati, episodio simile in un istituto di Mantova
- Reggio Emilia: vasto incendio in uno scantinato, due persone morte, dieci ricoverati in codice rosso, fra loro due bambini
- Francia: gilet gialli, il presidente Macron stasera in Tv, forse farà un passo indietro sulle misure che hanno scatenato le proteste
- Calcio: Champions League, domani ultima giornata della fase a gironi, alle 21.00 Inter-PSV Eindhoven e Liverpool-Napoli
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
06 dicembre 2018

Italiani più indebitati, pesano sanità e bollette

Fra le cause anche investimenti sbagliati e spese legali per le separazioni e i divorzi

Le famiglie italiane sono sempre più indebitate, per colpa degli stipendi ingessati e dell’andamento dell’economia, fra crisi lavorativa e un aumento significativo del costo della vita. Così sempre più nuclei familiari ricorrono a prestiti, causati dalle spese sanitarie, dal pagamento delle bollette ma anche da investimenti sbagliati e spese legali per le separazioni e i divorzi. Lo dimostra un’indagine condotta da Kruk, la multinazionale polacca che si occupa della gestione del credito, che ha riguardato un campione di ottocento persone, con età compresa tra i 18 e i 74 anni in Italia.

Italiani più indebitati, pesano sanità e bollette

Tra le persone intervistate, l’87% ha ammesso di ricorrere a finanziamenti presso le banche, il 41% presso società finanziarie o intermediari che offrono pagamenti rateali all’interno dei singoli punti vendita. Così l’indebitamento delle famiglie aumenta, e riguarda principalmente la prima casa (per il 45%). Non sono però esclusi i beni durevoli (40%), tra cui auto, elettrodomestici, o spese sanitarie (8%).