Jovanotti a RTL 102.5: “Nella mia musica c’è diversità e l’ho celebrata attraverso il titolo ‘Mediterraneo’. Gianni Morandi? Stiamo lavorando a un pezzo per l’estate"

12 aprile 2022, ore 17:30

Jovanotti è stato ospite questo pomeriggio su RTL 102.5 durante “The Flight” con Paola Di Benedetto, Matteo Campese e Francesco Taranto

Jovanotti è stato ospite questo pomeriggio su RTL 102.5 durante “The Flight” e ha parlato di “Mediterraneo”, de “Il disco del sole”, del “Jova Beach Party” ma non solo.

“MEDITERRANEO”: LA “COLLEZIONE PRIMAVERILE DI JOVANOTTI”

Mediterraneo” contiene nove canzoni, di cui una nuova versione di “I Love You Baby”, ed è definita la “collezione primaverile” di Jovanotti. Un’attesa de “Il disco del sole”, album che uscirà per il solstizio d’inverno. Prima di quel momento le uscite saranno solo fluide e digitali. “Ho deciso di chiamare questa parte ‘Mediterraneo’ perché è un innamoramento per una cultura, per un sapore, per una sensazione. Anni fa ho navigato attraverso il Mediterraneo in barca a vela e lì mi sono sentito benedetto dal fatto di poter fare esperienza di questo pezzo di mondo”, ha raccontato Jovanotti. “Pieno di storia, di meraviglia, di lingue, di suoni. Quando il mondo ci ha costretto a chiuderci in casa, dentro di me c’era questo desiderio forte. Il Mediterraneo è diventato l’oggetto di questo mio desiderio, ho identificato in questo luogo la mia idea di apertura, perché è meraviglioso. In nessun’altra parte del mondo c’è un clima come il nostro, una dolcezza di sapori, una varietà infinita di tutto. La mia musica è un po’ così, c’è diversità, l’ho celebrata attraverso un titolo. Il 'Mediterraneo’ è un grembo”.
Per “Mediterraneo”, ma più in generale per i suoi progetti degli ultimi tempi, Jovanotti sta seguendo una linea istintiva. Durante le registrazioni dei pezzi, quindi, è un “buona la prima”? “Dipende, a volte quando si è fortunati sì, altre volte bisogna lavorarci per mesi. Il pezzo su cui ho lavorato di più? ‘Alla Salute’ è passata attraverso circa cinque versioni”, ha raccontato Jovanotti. “Anche ‘Mediterraneo’ era molto più piena, l’abbiamo svuotata. I pezzi devono stare insieme con il minimo indispensabile”.
Ricordati di vivere” è uno dei brani contenuti in “Mediterraneo”. “È la canzone da fine cena, quasi un flamenco”, ha detto Jovanotti. “Nel mondo del flamenco si usa tirare fuori una chitarra, del vino rosso e c’è chi sale sul tavolo mentre canta e balla”.
In “Mediterraneo” è contenuta anche “Alla Salute”. “Qui c’è proprio il Mediterraneo, il pezzo è nato così, l’ho scritto con in testa quel tipo di atmosfera. L’ho fatto insieme a Shantel, un dj, produttore, musicista molto in gamba. L’ho avuto ospite al ‘Jova Beach Party’ e ho visto che in spiaggia la gente è impazzita, quindi siamo rimasti in contatto e poi gli ho chiesto di lavorare insieme su questo pezzo”, ha raccontato il cantante. “Ci siamo divertiti a registrare questo brano, ci siamo anche emozionati. Evidentemente tremila anni fa nell’antica Grecia facevano le stesse cose che facciamo adesso, magari quando c’era da festeggiare lo si faceva per gli stessi motivi. È stato bello fare questa canzone”.


LE CANZONI ANDATE IN ONDA

Durante la diretta su RTL 102.5, sono andate in onda alcune delle nuove canzoni di Jovanotti, tra cui “La Primavera”, che è un brano de “Il disco del sole”. “È bello fare una cosa bella come il videoclip di questa canzone. Nei videoclip il budget a volte ti serve per fare le cose belle, ma anche le cose brutte. Io amo il videoclip di questo brano, ogni volta che lo rivedo rivivo anche un bel momento di quando l’abbiamo girato”, ha raccontato Jovanotti.
Jovanotti ha parlato anche di “I Love You Baby”. “Era una canzone destinata ad essere un singolo, poi con questa versione l’abbiamo resa un po’ più primaverile”, ha detto Jovanotti. “Sta andando bene, sono contento. È un pezzo che mi fa pensare all’estate, quando la suoneremo dal vivo, si salterà”.
Il videoclip di “I Love You Baby” è stato girato a Milano. “L’abbiamo girato in un capannone qui vicino, in un magazzino. Ho pensato di sperimentare, di divertirci, in un posto simbolico che è un magazzino di pacchi, contenente oggetti che non hanno ancora preso vita”, ha raccontato Jovanotti. “Questo posto prende vita attraverso l’occhio dell’amore. Arriva un tizio con il muletto e attraverso la metafora dell’amore si anima e il posto diventa quasi una discoteca”.

“IL DISCO DEL SOLE”

Il disco del sole” è l’album di Jovanotti che uscirà quest’inverno. Un oggetto volante non identificato, un progetto, questo, che non segue le logiche di mercato. “Esistono logiche recenti delle case discografiche? Siamo nel tempo dell’incertezza, del navigare a vista. Nessuno è in grado di capire cosa accadrà tra una settimana. Questo ci preoccupa ma ci offre l’opportunità di sperimentare e provare cose nuove”, ha detto Jovanotti. “A me piace quest’idea di pubblicare dei pezzi durante il tempo in cui li finisco, quando sono pronti li tiro fuori. Poi magari a fine anno pubblicheremo un cofanetto con dentro tutto. A me piace fare musica è la mia più grande passione, continuo a farne e di conseguenza a pubblicarne. Ho l’idea che se i pezzi li lasci lì marciscono un po’, quindi vanno pubblicati quando sono freschi”.

JOVA BEACH PARTY

Durante il “Jova Beach Party” negli anni scorsi sono stati celebrati anche tanti matrimoni. “Nel 2019 ne abbiamo sposate dodici di coppie e sono tutte ancora insieme, ho controllato. Ci tenevo”, ha detto Jovanotti. “Quest’anno ci hanno chiesto anche dei compleanni, fidanzamenti e battesimi. Su quello sono un po’ impreparato anche se sono arrivate delle richieste”.
Come si prepara Jovanotti per affrontare i concerti del “Jova Beach Party”? “Per me non è un sacrificio, mi piace sperimentare gli stati alterati di coscienza fisica attraverso rimedi naturali e tecniche naturali”, ha detto Jovanotti. “Il mate non l’ho inventato io, c’è da almeno quattrocento anni. Mi sono innamorato del mate nel 1992, quando sono stato in Argentina, vedevo che tutti bevevano questa cosa a qualsiasi ora del giorno. Ero incuriosito, l’ho provato e la prima volta non mi è piaciuto affatto, una cosa non proprio allettante. Quando una cosa la fanno in tanti penso che ci sia un motivo, per cui ho perseverato ed è scattato l’innamoramento e il piacere di farlo”.
Il “Jova Beach Party” comincerà il 2 luglio. “Noi da martedì cominciamo le prove con la band”, ha rivelato Jovanotti. “Io cerco sempre di allenarmi, adesso metto un po’ più a fuoco quello che mi serve per lo spettacolo”.

JOVANOTTI E GIANNI MORANDI

Apri tutte le porte” è il brano con cui Gianni Morandi ha partecipato al Festival di Sanremo 2022, scritto da Jovanotti. “Vi avevo detto che era bella, ha portato bene. Stiamo preparando una canzone per l’estate ancora più bella, l’ho finita di scrivere due giorni fa. Sono così contento. Gliel’ho detto che già mi dispiaceva avergli dato ‘Apri tutte le porte’, ma questa ancora di più, quindi vuol dire che è ancora meglio. Scherzo, ovviamente, sono contenta che ce l’abbia lui”, ha rivelato Jovanotti. “Il pezzo l’ho scritto io, verrà in studio da me, ci vediamo per provarla, a lui piace molto e a me sembra un bel pezzo. È nato in modo miracoloso, a un certo punto mi è arrivato un ritornello e mi sono sentito benedetto dal cielo. Gianni ha detto che secondo lui è bellissima, sono contento del fatto che la faccia Gianni perché è perfetta per lui”.
Apri tutte le porte” è un brano che è piaciuto proprio a tutti. “È un brano che è arrivato anche ai bambini”, ha raccontato Jovanotti. “Questa cosa mi rende particolarmente felice perché i bambini sono il pubblico più bello del mondo: se una cosa non gli piace non fingono”.


Jovanotti a RTL 102.5: “Nella mia musica c’è diversità e l’ho celebrata attraverso il titolo ‘Mediterraneo’. Gianni Morandi? Stiamo lavorando a un pezzo per l’estate"
Jovanotti: "Il Mediterraneo è come la mia musica"
Tags: Gianni Morandi, Jova Beach Party, Jovanotti, Mediterraneo

Share this story: