Kenya, l’ultima giraffa bianca al mondo è protetta da un dispositivo gps che la difende dai bracconieri

19 novembre 2020, ore 12:55 , agg. alle 14:57

Si tratta di un esemplare maschio, l’unico di cui attualmente si abbia notizia. Lo scorso marzo i bracconieri avevano ucciso una mamma e un cucciolo di questa specie

Adesso, l’ultimo esemplare al mondo di giraffa bianca, può dormire notti tranquille. E’ protetto da un dispositivo di localizzazione grazie a una procedura che punta a tutelare l’esemplare dalle bellissime caratteristiche. L’operazione è stata resa nota dall’associazione Ishaqbini Community Conservancy del Kenya e ha riscosso grande entusiasmo anche da parte degli amanti degli animali.


L'ultimo esemplare di giraffa bianca

Si tratta di un esemplare maschio, l’unico di cui attualmente si abbia notizia. Ricordiamo che lo scorso marzo i bracconieri avevano ucciso una mamma e un cucciolo facenti parte di questa specie, in un’area protetta del nord est del Paese. Adesso, un dispositivo di tracciamento Gps, installato su una delle due protuberanze della testa dell’animale, ne monitorerà i movimenti ogni giorno per verificare che l’ultimo esemplare rimasto non sia in pericolo e non venga preso di mira dai bracconieri.


Il colore bianco? E' dovuto al leucismo

Il colore bianco di questo raro esemplare di giraffa è dovuto al leucismo, una condizione genetica che inibisce la pigmentazione. A differenza dell'albinismo, può contare su un pigmento scuro nei tessuti molli. E’ per questo che le giraffe bianche hanno tendenzialmente gli occhi scuri. Alcuni esemplari erano stati avvistati per la prima volta in Kenya nel 2016. A mettere a rischio la loro sopravvivenza, però, è stata la caccia incondizionata. 

Kenya, l’ultima giraffa bianca al mondo è protetta da un dispositivo gps che la difende dai bracconieri
Tags: bracconieri, giraffa, gps, kenya

Share this story: