L’europarlamentare del PD Alessandra Moretti a RTL 102.5: "Ci sia confronto con il M5S nel governo, Draghi non si farà tirare per la giacca"

04 maggio 2022, ore 11:00 , agg. alle 11:37

L’europarlamentare del PD, Alessandra Moretti, è stata ospite questa mattina in diretta da Strasburgo in “Non Stop News” con la direttrice della redazione di RTL 102.5 Ivana Faccioli e Luigi Santarelli

L’europarlamentare del PD, Alessandra Moretti, è stata ospite questa mattina in diretta da Strasburgo in “Non Stop News” e ha parlato del discorso di ieri all’europarlamento del presidente del consiglio Mario Draghi, della guerra in Ucraina, del nuovo pacchetto di sanzioni e dello scenario del nostro governo.

IL DISCORSO DEL PRESIDENTE DRAGHI E IL RUOLO EUROPEO NELLE TRATTATIVE

L’Europa ha provato a fare da tramite tra Mosca e Kiev con Macron. Ieri Macron ha avuto l’ennesima telefonata con Putin durata due ore e mezza, si sono detti tante cose probabilmente", ha detto Moretti. "Putin, in questo momento, non vuole il negoziato, ma tende a ottenere il più possibile risultati sul campo per poi sedersi alla negoziazione più forte nella trattativa”.

SE PUTIN DOVESSE ACCONTENTARSI DEL DONBASS E CRIMEA L’UNIONE EUROPEA DOVREBBE ACCETTARE PUR DI FAR TERMINARE IL CONFLITTO?

Questo spetta all’Ucraina. Non possiamo dire a un popolo che è stato invaso in che modo definire una negoziazione. Noi come Europa dovremmo fare di tutto perché tra le due parti si raggiunga un accordo, si cessi il conflitto e poi si ricostruisca", ha risposto l'europarlamentare. "Il Paese di fatto è distrutto, quindi l’impegno dell’Unione Europea sarà quello di sostenere l’Ucraina nella fase di ricostruzione”.

IL NUOVO PACCHETTO DI SANZIONI

Il Parlamento europeo con questi primi cinque pacchetti ha preso delle decisioni assolutamente inedite, quindi provvedimenti economici molto duri, che per essere efficaci devono accompagnarsi a una scelta radicale sulla fine della dipendenza dal gas russo, questa è la parte più complessa", ha detto Moretti. "Ci sono Paesi che hanno una dipendenza più forte, vedi Italia e Germania, però devo dire che in questo contesto l’Europa sta marciando unita. L’Italia è quella che, tra i Paesi europei più esposti, sta dando il maggior contributo diversificando le forniture, portando avanti la battaglia sul tetto al prezzo del gas. Ieri Mario Draghi è stato molto chiaro su questo”.


LO SCENARIO PER LA TENUTA DI QUESTO GOVERNO

Il Movimento Cinque Stelle è già da un po’ che mette in discussione la lealtà nei confronti di questo governo in una fase in cui è follia farlo. Trovo molto sconcertante questo atteggiamento", ha risposto l'europarlamentare. "Lo hanno già fatto sul tema delle armi, sul tema del sostegno alla resistenza ucraina, oggi su un altro provvedimento. Credo che bisognerebbe chiedere una verifica, un confronto, un chiarimento, anche perché sono convinta che Draghi non si farà tirare dalla giacca dal Movimento Cinque Stelle”.

SESTO PACCHETTO DI SANZIONI: È LA VIA GIUSTA?

La via madre è quella di una graduale indipendenza rispetto al gas russo, rispetto al petrolio. Questo sesto pacchetto è molto duro e avrà delle forti ripercussioni. Purtroppo l’Unione Europea alimenta ogni giorno la guerra di Putin perché versa nelle casse russe circa ottocento milioni di euro al giorno, quindi è chiaro che in questo contesto noi dobbiamo prendere una decisione", ha detto l'europarlamentare del PD. "Continuiamo a ribadire che le sanzioni economiche avranno un’efficacia dura solo se riusciremo ad ottenere quest’autonomia rispetto alla Russia”.


L’UNIONE EUROPEA HA INTENZIONE DI SEGUIRE LA GRAN BRETAGNA PER QUELLO CHE RIGUARDA L’INVIO DI ARMI PESANTI?

La scelta dell’Unione Europea di fornire armi all’Ucraina è stata inedita perché è la prima volta in cui ci si ritrova in un conflitto alle porte dell’Europa con un Paese come l’Ucraina che ha chiesto l’ingresso nell’Unione Europea", ha detto Moretti. "Non riusciremo mai a realizzare l’Unione Europea politica e non solo economica, come ha detto ieri Draghi, se non riusciremo a sostanziare una politica estera comune e una difesa europea comune. L’Europa continua a sostenere militarmente l’Ucraina e questo lo fa attraverso la NATO e gli Stati Uniti che, come sapete, hanno preso un impegno ancora più forte rispetto a quello europeo anche per questione di forniture”.

L’europarlamentare del PD Alessandra Moretti a RTL 102.5: "Ci sia confronto con il M5S nel governo, Draghi non si farà tirare per la giacca"
Alessandra Moretti: l’energia, l’Ucraina, la difesa e la sicurezza alimentare e industriale
Tags: Alessandra Moretti, Non Stop News, PD , Putin, RTL 102.5

Share this story: