L'uso delle sigarette elettroniche influenza negativamente il sonno

 05 settembre 2019

Anche chi consuma quelle tradizionali dorme peggio, anche se non ne fa un utilizzo giornaliero

L'uso di sigarette tradizionali come di quelle elettroniche può influenzare negativamente il sonno, portando a maggiori difficoltà a dormire. Lo rileva uno studio dell'Oklahoma State University, pubblicato sul Journal of Sleep Research. Lo studio, partito dal fatto che la nicotina è una sostanza che può essere presente in entrambi i prodotti e che è il meccanismo primario attraverso cui il fumo ha un impatto negativo sul sonno, ha coinvolto 1.664 studenti universitari: il 41% ha riferito di aver provato o di utilizzare attualmente le sigarette elettroniche, il 29% di aver sperimentato o di far ricorso tuttora a quelle tradizionali. Questionari appositi compilati online hanno valutato anche altre informazioni sullo stile di vita, tra cui quelle relative al sonno. E' emerso che, come i fumatori delle 'bionde', anche quelli di e-cig riferivano di aver un sonno peggiore rispetto a chi non fumava. Questo accadeva anche se l'uso non era giornaliero. Gli utilizzatori di sigarette elettroniche, in più, facevano un maggiore uso di farmaci per dormire. "Dato che il poco sonno e l'uso di sigarette elettroniche sono entrambi comuni tra gli studenti universitari- spiega l'autrice principale dello studio Emma I. Brett- capire come l'uso di e-cig possa avere un impatto sul sonno è cruciale, data la sua associazione con numerosi problemi di salute. Abbiamo scoperto che anche un uso non quotidiano delle sigarette elettroniche era associato a una peggiore qualità del sonno, e questa informazione potrebbe essere utile per gli sforzi di prevenzione e intervento".
L'uso delle sigarette elettroniche influenza negativamente il sonno

Share this story: