La Nasa sta lavorando con l'attore Tom Cruise per girare un film sulla Stazione Spaziale Internazionale

06 maggio 2020, ore 17:19

Cruise viaggerà verso la Stazione Spaziale Internazionale, che è in orbita a 250 miglia dalla terra

Tom Cruise è un veterano delle Missioni Impossibili e, questa volta, supererà se stesso. Abituato alle scene più estreme e a non chiedere praticamente mai controfigure, l'attore americano si prepara al film del secolo. Il capo della Nasa, infatti, ha confermato che l'Agenzia Spaziale sta lavorando con Tom Cruise per girare un film direttamente sulla Stazione Spaziale Internazionale. 

Un film in orbita

Un portavoce della Nasa ha confermato a Cnn Business che Tom Cruise volerà nello spazio per raggiungere la Stazione Spaziale Internazionale, che è in orbita a 250 miglia di distanza dalla terra. A partire dall'anno 2000, la ISS è stata sempre abitata da equipaggi di astronauti internazionali e, recentemente, l'italiano Luca Parmitano ne è stato il Comandante. E' già successo che la Stazione ospitasse turisti paganti. L'imprenditore Richard Garriot, figlio di un astronauta, ha girato un film sulla ISS, ma non è mai successo che a volare nello spazio fosse un attore. L'amministratore della Nasa, Jim Bridenstine, ha scritto in un tweet: "Abbiamo bisogno  di media popolari per ispirare una nuova generazione di ingegneri e di scienziati a trasformare in realtà gli ambiziosi piani della Nasa".

Cruise, lo spazio è la sua ultima frontiera

Grazie alla saga di Mission Impossibile, Tom Cruise ha raggiunto la massima popolarità. L'attore ha fatto scelte estreme, rifiutando controfigure. Alcune scene sono entrate nella storia del cinema d'azione. Nel secondo film della serie, Cruise ha fatto free climbing sulle Montagne Rocciose, imbragato, ma senza rete di protezione. Nel quarto film, Cruise si è arrampicato sul Burj Khalifa, a Dubai, l'altissimo grattacielo. Nel quinto film poi la scena più pericolosa di tutte con l'attore appeso solo con le mani a un aereo in volo. D'altro canto, Cruise per il ruolo che lo consacrò, quello in Top Gun, volle imparare a pilotare i caccia. Per lui lo spazio sarà una passeggiata.

Usa vs Russia

La Russia è l'unico Paese in grado di far volare gli astronauti vero la Stazione Spaziale Internazionale. Tutti ricordiamo le immagini del ritorno sulla terra in Kazakistan degli astronauti italiani Luca Parmitano e Samantha Cristoforetti. Ora però, negli Stati Uniti, SpaceX e Boeing hanno messo a punto un veicolo in grado di raggiungere la ISS. Il Crew Dragon dovrebbe completare la sua prima missione verso la Stazione entro la fine del mese. La Nasa non sarà proprietaria dei veicoli e SpaceX e Boeing potranno vendere biglietti a turisti spaziali multimilionari. 

Turisti, ma a quale prezzo?

SpaceX e Boeing dovrebbero vendere il biglietto per il viaggio andata e ritorno sulla Stazione Spaziale Internazionale a un prezzo di 50 milioni di dollari. La Nasa ha poi stilato un listino per usufruire dei servizi di bordo. L'utilizzo delle funzioni di supporto vitale e della toilette costa 11.250 dollari al giorno, mentre cibo, aria e altre provviste hanno un prezzo di 22.500 dollari al giorno. D'altro canto il mantenimento della Stazione è carissimo, veramente stellare. La ISS è gestita da decine di Paesi, ma i principali finanziatori sono gli Stati Uniti e la Russia. A Washington, la ISS costa dai tre ai quattro miliardi di dollari all'anno. 
La Nasa sta lavorando con l'attore Tom Cruise per girare un film sulla Stazione Spaziale Internazionale
Tags: nasa, spazio, tom cruise

Share this story: