Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Cagliari: Silvio Berlusconi annuncia, mi candido alle prossime elezioni europee, ho preso questa decisione per senso di responsabilità
- Roma: stasera il Consiglio dei Ministri, sciolti i nodi si attende dal governo via libera al decreto su reddito di cittadinanza e quota 100
- Gb: Theresa May, dopo aver incassato la fiducia, avvia consultazioni con opposizione per trovare linea comune per divorzio dall'Europa
- Latina: caporalato, immigrati in condizioni disumane, 6 arresti, tra i 50 indagati un sindacalista e un funzionario ispettorato del Lavoro
- Bologna: pompe funebri, smantellati cartelli di imprese, 30 arresti, avevano il monopolio delle camere mortuarie dei principali ospedali
- Francia: Alexandre Benalla, ex consigliere dell'Eliseo, è stato posto in stato di fermo nel quadro di un'inchiesta su passaporti diplomatici
- Roma: oggi si celebra la prima Giornata internazionale della pizza, maggiori consumatori gli americani, in Italia 7,6 chili a testa all'anno
- Calcio: Supercoppa italiana, allenatore Juve Allegri, vittoria per preparare al meglio le prossime sfide, Higuain vicino all'addio al Milan
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
07 gennaio 2019

Le rapine in banca non sono più di moda, colpi in netto calo

Lo dimostra una indagine condotta dall'Associazione Bancaria Italiana

Calano le rapine in banca, ma non solo. Dopo gli investimenti per intensificare le misure di sicurezza negli istituti di credito, che in quattro anni (tra il 2013 e il 2017) hanno raggiunto tre miliardi di euro, i furti denunciati alle Autorità sono diminuiti del 70%. Un dato positivo che si estende a molti settori, come dimostra un’indagine effettuata dall’Associazione bancaria italiana, in collaborazione con la direzione Centrale della Polizia criminale del Dipartimento di pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno e con il contributo di Confcommercio, Federazione Italiana Tabaccai, Federdistribuzione, Federfarma, Poste Italiane e Unione petrolifera. I dati raccolti si muovono su diversi fronti. Nei cinque anni analizzati, infatti, il calo della criminalità è stato del 46% negli uffici postali, del 42% nei distributori di carburante, del 34% nei negozi e del 28% nelle tabaccherie.

Le rapine in banca non sono più di moda, colpi in netto calo