Lega, inchiesta giornalistica, fondi da petrolieri russi

 10 luglio 2019 | lega, russi, salvini

Il Pd: “Salvini chiarisca”, il vicepremier: “Querelo”

Una trattativa tra emissari di Matteo Salvini e alcuni russi per negoziare un finanziamento milionario di Mosca alla Lega. E' quanto scrive il sito Usa BuzzFeed, che pubblica in esclusiva un audio. E sostiene che il 18 ottobre scorso, Gianluca Savoini, storico collaboratore del leader leghista, si è incontrato con altre 5 cinque persone, due italiane e tre russe, in un lussuoso hotel di Mosca. L’accordo sarebbe stato l’invio di milioni di dollari frutto dei proventi del petrolio russo al partito di Salvini, attraverso un canale segreto. Il Pd attacca e invoca chiarimenti pure in Parlamento, ma Salvini risponde annunciando querele e affermando di non aver mai preso un rublo, un euro, un dollaro o un litro di vodka di finanziamento dalla Russia. Da parte sua il M5s prende le distanze: 'Noi non facciamo interessi di altri Paesi, né di est né di ovest. Siamo dalla parte degli italiani'. Intanto al Quirinale Alessandra Locatelli, deputato della Lega, ha giurato da ministro per Famiglia: succede a Lorenzo Fontana, che passa al dicastero agli Affari europei, lasciato dall’ex ministro Paolo Savona, ora alla guida della presidenza Consob. Eccolo insomma il mini-rimpasto di governo.
Lega, inchiesta giornalistica, fondi da petrolieri russi

Share this story: