Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: è in condizioni critiche Andrea Camilleri, ricoverato in rianimazione all'Ospedale Santo Spirito di Roma, lo scrittore, 93 anni, ha problemi cardiorespiratori
- Calcio: conferenza Totti, dimissioni, la società non mi ha mai coinvolto, pronto a tornare con altra proprietà, con Baldini, consulente di Pallotta, non c'è mai stato rapporto e mai ci sarà, americani hanno tolto la Roma ai romani
- Calcio: conferenza Totti, Roma, sua percezione dei fatti fantasiosa e lontana dalla realtà, amareggiati da addio, la proprietà non intende vendere
- Pakistan: quattro alpinisti italiani travolti da una valanga, incidente avvenuto a quota 5.300 metri, i soccorsi riusciranno a partire solo domani, i quattro sarebbero vivi
- Firenze: migliaia di persone alla camera ardente di Franco Zeffirelli, allestita a Palazzo Vecchio, i funerali saranno celebrati oggi in Duomo
- Avigliana (To): morto il 15enne che ieri aveva accusato un malore mentre faceva il bagno nel lago, stava festeggiando la fine degli esami di terza media
- Cagliari: uomo ucciso a fucilate, in corso le ricerche del killer, ignoto per ora il movente
- Calcio: mondiali femminili di Francia, questa sera Italia-Brasile, ultima partita del girone, in palio il primo posto, speciale su Rtl 102.5 dalle 20.45
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
18 maggio 2019

Libia, 75mila sfollati a Tripoli dall'inizio degli scontri

Degli sfollati è stato stimato che oltre il 48% sono bambini e il 51% donne

Un aggiornamento della situazione curato dall’Ufficio Onu per gli Affari Umanitari parla di 75mila sfollati. E’ il bilancio dall’inizio degli scontri armati a Tripoli e dintorni. Degli sfollati è stato stimato che oltre il 48% sono bambini e il 51% donne. "La situazione umanitaria continua a peggiorare come risultato diretto del conflitto armato dentro e nei dintorni della capitale", ha sottolineato il dipartimento delle Nazioni Unite. L'uso di armi esplosive in aree abitative continua a causare vittime civili. Intanto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, ha chiesto a tutti i Paesi di mettere in atto un embargo sulle armi nei confronti della Libia, ribadendo come prevenire la proliferazione delle armi sia importante per ridimensionare il conflitto in corso e per ripristinare la stabilità nel Paese. Gueterres ha manifestato "profonda preoccupazione" per l'arrivo di armi anche dal mare, rimarcando che l'Ue ha esteso il mandato della missione navale ma ha ridotto la sua presenza nell'area. In un rapporto presentato ieri al Consiglio di sicurezza, Gueterres spiega che “le operazioni militari in atto in Libia sono rafforzate dal trasferimento di armi nel Paese, anche dal mare".

Libia, 75mila sfollati a Tripoli dall'inizio degli scontri