Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Sri Lanka: ancora paura a Colombo, esplode un'autobomba, durante operazioni disinnesco, il bilancio degli attentati arriva a 290 morti, oltre 500 feriti, nessun italiano
- Sri Lanka: le indagini hanno portato all'arresto di 24 persone, in azione 7 kamikaze di una rete jihadista locale, ma con appoggi internazionali
- Vaticano: Papa Francesco al Regina Coeli del Lunedì dell'Angelo ricorda lo Sri Lanka, tutti condannino gesti disumani, senza possibili giustificazioni
- Roma: una polemica sul nulla, il commento di Matteo Salvini cerca di spegnere la bufera per la foto, in cui impugna un mitra, postata ieri
- Roma: Pasquetta, italiani nel pieno delle tradizionali gite e grigliate, nonostante il tempo non buono al centro-sud, disagi per il vento in Sicilia
- Malta: catturato a Malta il latitante della 'ndrangheta Antonio Ricci, esulta il ministro Salvini, grazie a Malta e alle forze dell'ordine, nessuna tregua per latitanti
- Roma: oggi è la Giornata Mondiale della Terra, l'Earth Day, è stata istituita per richiamare l'attenzione sulla tutela del pianeta
- Calcio: alle 19.00, il posticipo della 33° giornata in Serie A Napoli-Atalanta, gli azzurri vogliono blindare il 2° posto, i bergamaschi sognano la zona-Champions League
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 aprile 2019

Libia, il premier Conte chiede un cessate il fuoco immediato

Palazzo Chigi preoccupato per i profughi, e pure l’Onu accusa il generale Haftar

Il presidente del Consiglio ha ricevuto a Palazzo Chigi i rappresentanti del Qatar e di Tripoli, e ha affermato che una crisi umanitaria sarebbe devastante per tutti. Dai qui due inviti, ai partiti italiani a non dividersi, al generale Haftar a ritirarsi. Dal suo canto il premier libico Serraj in un’intervista avverte, 800mila migranti sono pronti a invadere l'Italia. E in questo enorme numero ci sono criminali e jihadisti legati all'Isis. Anche l'Onu accusa Haftar: 'Il suo è un colpo di Stato, non una operazione anti-terrorismo', dice l'inviato speciale in Libia. Che esprime inoltre preoccupazione per i rifugiati.

Libia, il premier Conte chiede un cessate il fuoco immediato