Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Lampedusa: caso Sea Watch, la nave ha forzato il blocco ed è ferma, da ore, davanti al porto dell'isola in attesa di far sbarcare i migranti, all'equipaggio non è stato ancora contestato nulla
- Roma: caso Sea Watch, ira di Salvini contro il comandante della nave, questo è un atto ostile, schierati i carabinieri in banchina, il sindaco di Lampedusa, Martello, nel frattempo continuano altri sbarchi e nessuno dice nulla
- Roma: governo, ministro Salvini, se il Movimento 5 Stelle continua con i no, trarrò le conseguenze, voci di un possibile accordo con la Commissione Europea, per evitare procedura infrazione
- Roma: afa e caldo africano, temperature in aumento, oggi bollino rosso in sei città, il ministro Salute Grillo, al pronto soccorso solo se necessario, evitare di esporre al sole anziani e bambini, nelle ore più calde
- Francia: Notre-Dame, l'incendio dello scorso aprile causato forse da una sigaretta spenta male oppure da un cortocircuito, definitivamente scartata l'ipotesi dolosa
- Roma: riapre dopo 246 giorni la fermata della metro A di Piazza della Repubblica, resta chiusa, invece, Barberini
- Calcio: Mondiali femminili in Francia, cresce l'attesa per Italia-Olanda, quarti di finale con radiocronaca integrale su Rtl 102.5, sabato dalle 15.00
- Calcio: quasi fatta per il ritorno di Gigi Buffon alla Juventus, che deve superare la concorrenza del Barcellona per De LIgt, Inter chiude per Lazaro, assalto a Lukaku
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 aprile 2019

Libia, il premier Conte chiede un cessate il fuoco immediato

Palazzo Chigi preoccupato per i profughi, e pure l’Onu accusa il generale Haftar

Il presidente del Consiglio ha ricevuto a Palazzo Chigi i rappresentanti del Qatar e di Tripoli, e ha affermato che una crisi umanitaria sarebbe devastante per tutti. Dai qui due inviti, ai partiti italiani a non dividersi, al generale Haftar a ritirarsi. Dal suo canto il premier libico Serraj in un’intervista avverte, 800mila migranti sono pronti a invadere l'Italia. E in questo enorme numero ci sono criminali e jihadisti legati all'Isis. Anche l'Onu accusa Haftar: 'Il suo è un colpo di Stato, non una operazione anti-terrorismo', dice l'inviato speciale in Libia. Che esprime inoltre preoccupazione per i rifugiati.

Libia, il premier Conte chiede un cessate il fuoco immediato