Luciano Ligabue a RTL 102.5: “Campovolo? Non vedo l’ora. È troppo tempo che è in ghiacciaia. La mia presunta rivalità con Vasco? Ho sempre avuto un grande rispetto per lui"

05 maggio 2022, ore 10:00

Luciano Ligabue è stato ospite questa mattina durante “Non Stop News” con Giusi Legrenzi, Enrico Galletti e Massimo Lo Nigro

Luciano Ligabue è stato ospite questa mattina durante “Non Stop News” e ha parlato dell’ospitata di ieri in “W L’Italia”, del suo ultimo singolo “Non cambierei questa vita con nessun’altra”, dei concerti all’Arena di Verona e a Campovolo e del suo libro Una storia".

LIGABUE A “W L’ITALIA”

Com’è andata l’ospitata di ieri? “È andata bene, un paio d’ore intense”, ha detto Ligabue. “Nel senso che comunque allacciarsi a un libro che è il racconto della mia vita e quindi in qualche modo per me rappresenta una certa intensità emotiva, è stato così anche per la trasmissione”.

4 GIUGNO: LIGABUE A CAMPOVOLO

Come si sta preparando Ligabue per Campovolo? “Mi sto preparando cercando di stare calmo, nel senso che non ne posso più. Non vedo l’ora di farlo questo concerto, è troppo tempo che è in ghiacciaia”, ha raccontato il cantante. “Sono quasi tre anni che non salgo sul palco, è quello che dà senso al nostro mestiere. Ho bisogno di riprendere a farlo il prima possibile, quindi sto contando le ore, non i giorni e finalmente il traguardo comincia a vedersi”.

“NON CAMBIEREI QUESTA VITA CON NESSUN’ALTRA”: IL NUOVO SINGOLO DI LIGABUE

Come sta andando l’uscita di questo nuovo singolo? “Sta andando come dovrebbe, spero. È una canzone che ho composto dopo aver scritto una storia che è la mia autobiografia, quindi pieno di riconoscenza per le fortune che ho avuto e che ho. Ho avuto bisogno di scrivere anche questa canzone che devo assolutamente fare a Campovolo”, ha confessato Ligabue. “Siccome non vorrei cantarla da solo l’ho pubblicata così un po’ a schiaffo sperando che nel frattempo quelli che verranno a Campovolo la imparino per poi cantarla insieme a me”.

LIGABUE E I CONCERTI ALL’ARENA DI VERONA

Il 27, 29 e 30 settembre e il primo e il 3 ottobre, Ligabue tornerà all’Arena di Verona. “Sono contentissimo di tornare all’Arena di Verona dove ho fatto un sacco di concerti in passato”, ha raccontato il cantante. “Manco da lì da nove anni, e sarà il piacere solito che provo ogni volta che salgo sul palco”.

“UNA STORIA”: IL LIBRO DI LIGABUE

Nel suo libro Una Storia”, Ligabue ha parlato anche della sua presunta rivalità con Vasco Rossi. “Sicuramente un po’ ai giornali ha fatto gioco, nel senso che se sanno che ci sono delle rivalità vendono delle copie in più, o magari riescono ad avere più attenzione rispetto la cronaca di un concerto”, ha risposto Ligabue. “È una cosa che mi ha infastidito un po’ nel tempo, è una cosa che mi viene chiesta in ogni intervista da trent’anni. Comunque, ho sempre avuto un grande rispetto di lui”.

IL CONCERTO CHE LIGABUE RICORDA CON PIÙ NOSTALGIA?

L’ultimo che ho fatto. Non vedo l’ora di farli. Il concerto che è stato il Big Bang per quello che riguarda me è stato il primo, 8 febbraio 1987, avevo quasi ventisette anni, ero ormai fuori dal tempo utile forse”, ha raccontato il cantante. “Salgo su un palco di un piccolo centro culturale di fronte a cento amici pensando che avrei fatto una figuraccia, invece quella è stata l’esperienza che mi ha fatto decidere di fare questo mestiere. Ho fatto ottocento concerti dopo quello, adesso sono pronto per farne altri mille”.


Luciano Ligabue a RTL 102.5: “Campovolo? Non vedo l’ora. È troppo tempo che è in ghiacciaia. La mia presunta rivalità con Vasco? Ho sempre avuto un grande rispetto per lui"
Luciano Ligabue: concerti, libro autobiografico, nuovo singolo e Campovolo
Tags: Arena di Verona, Campovolo, Ligabue, Luciano Ligabue

Share this story: