Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Roma: oggi al via gli esami di maturità per 500mila studenti, si comincia con il tema di italiano
- Calcio: Michel Platini fermato in Francia, interrogato nell'inchiesta sulla presunta corruzione per l'assegnazione dei mondiali, è stato rilasciato in nottata
- Calcio: inchiesta sull'assegnazione al Qatar dei Mondiali 2022, Platini respinge le accuse di corruzione, sono estraneo ai fatti
- Brescia: un bambino di un anno è ricoverato in gravi condizioni, avrebbe ingerito cocaina, medici, sta migliorando
- Roma: Andrea Camilleri in rianimazione, gravi ma stabili le condizioni dello scrittore, i medici, ha una fibra forte
- Napoli: premier Giuseppe Conte, recuperato clima di fiducia con Salvini e Di Maio dopo toni veementi della campagna elettorale
- Gran Bretagna: il ministro Tria torna a bocciare i minibond, strumento illegale, Salvini, le tasse vanno abbassate
- Portogallo: simposio delle banche centrali, presidente della Bce Draghi, rischio inflazione, Eurozona resta debole
- Roma: Istat, 1, 8 milioni di famiglie italiane vivono in povertà assoluta, pari a circa 5 milioni di persone
- Calcio: mondiali femminili, Italia-Brasile 0-1, azzurre qualificate agli ottavi come prime del girone
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
11 gennaio 2019

Maggioranza, acque agitate su migranti, Tav e cannabis

Ancora frizioni tra Lega e Movimento 5 Stelle su vari fronti

Sono tanti gli indizi che dicono che è una fase cruciale per la maggioranza. C’è la Tav in particolare che divide Lega e 5s, con il sindaco pentastellato Appendino che critica il Carroccio che manifesta a favore dell’alta velocità, e con il ministro Toninelli che sostiene che l’opera va ridiscussa integralmente. Da parte sua il premier Conte minimizza, e spiega inoltre che il nuovo rinvio sul reddito di cittadinanza alla prossima settimana è stato deciso “per fare le cose al meglio”. E Conte lunedì vedrà pure il Commissario europeo per migranti. Ma non basta. La lite nella coalizione gialloverde è anche sulla questione-droga leggera. Salvini difatti chiude alla proposta grillina di legalizzare la cannabis: “Non è nel contratto di governo, non passerà mai”

Maggioranza, acque agitate su migranti, Tav e cannabis