Maltempo nelle Marche e in Abruzzo, spiagge devastate

 10 luglio 2019

Dall'inizio dell'estate 2019 si conta una media di sei grandinate al giorno

Ci sono immagini impressionanti che mostrano gli effetti del maltempo che si è abbattuto sulla costa adriatica. Le regioni più colpite sono state Marche e Abruzzo, con danni sui litorali e alcuni feriti. I turisti e i gestori di uno stabilimento balneare di Numana, in provincia di Ancona, hanno detto: “Non è rimasto più niente”. Dall'inizio dell'estate 2019, intanto, si conta una media di sei grandinate al giorno, esattamente in doppio rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con effetti devastanti sulle coltivazioni agricole colpite. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Eswd in occasione dell'ultima ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Penisola. Manifestazioni temporalesche violente accompagnate da chicchi di ghiaccio anche di grandi dimensioni, sottolinea la Coldiretti, sono caduti a macchia di leopardo lungo la Penisola provocando gravissimi danni alle coltivazioni in campo, dal pomodoro alle pesche, dai meloni alle mele, dal grano al mais ma anche alle serre. Dal Veneto all'Emilia Romagna, dalla Toscana fino alle Marche è già partita la conta dei danni che potrebbero ammontare a milioni di euro secondo la Coldiretti con la perturbazione in rapida estensione.

Maltempo nelle Marche e in Abruzzo, spiagge devastate

Share this story: