Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: irritazione del governo di Parigi per le frasi del vicepremier Di Maio sui francesi che colonizzano l'Africa, convocata per chiarimenti l'ambasciatrice italiana
- Svizzera: allarme Fondo Monetario Internazionale, la situazione economica dell'Italia è un fattore di rischio globale, come la Brexit
- Roma: intercettazione tra due carabinieri prima di una testimonianza sulla morte di Stefano Cucchi, bisogna avere spirito di corpo e aiutare i colleghi in difficoltà
- Lecce: famiglia schiava di internet, madre padre e figlio di 15 anni segregati in casa da due anni e mezzo, sempre davanti al computer
- Vicenza: neonata di tre giorni scaraventata a terra dalla madre di 41 anni, la piccola morta in ospedale, la donna arrestata, ha tentato il suicidio
- Gb: Brexit, premier May in Parlamento, no a secondo referendum, sarebbe un pericoloso precedente, occorre lavorare insieme all'opposizione
- Israele: bombardati obiettivi militari iraniani in Siria, l'Iran minaccia di distruggere Israele
- Napoli: festa in strada per la riapertura della pizzeria Sorbillo dopo la bomba carta, oggi pizza gratis per tutti
- Calcio: posticipi Serie A, Genoa-Milan 0-2, gol di Borini e Suso, rossoneri quarti, alle 20.30 Juventus-Chievo
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
23 dicembre 2018

Senato, via libera alla manovra, il testo torna alla Camera

67 voti a favore, 78 i contrari

La legge di bilancio ha superato anche lo scoglio del Senato, a notte fonda è arrivato l'ok al voto di fiducia posto dal governo sul maxi emendamento. Nel pomeriggio sono volati gli stracci davanti alla Commissione bilancio, per i rinvii e le correzioni al testo, poi la bagarre si è spostata in aula. I senatori si sono lamentati per la strozzatura dei tempi che non ha permesso di conoscere e discutere la manovra, il Pd ha già annunciato che ricorrerà alla Consulta. Ora il testo torna alla Camera dei deputati dove dovrà ottenere il via libero definitivo sabato prossimo, ultimo giorno utile prima che scatti l'esercizio provvisorio. Tra i principali contenuti della manovra ci sono i 7,1 miliardi per il reddito di cittadinanza, 4 miliardi per quota 100, il taglio delle pensioni d'oro e anche il rinvio, a novembre prossimo, delle assunzioni nella pubblica amministrazione.

Senato, via libera alla manovra, il testo torna alla Camera