Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Libia: due naufragi nel Mediterraneo, almeno 170 morti, ministro Interno Salvini, tornano le Ong, tornano i morti, i porti restano chiusi
- Usa: presidente Trump, manterrò promessa sul muro al confine con il Messico, il mio è piano di buon senso, i democratici si dicono contrari
- Matera: la città è la Capitale europea della cultura 2019, premier Conte, sarà la riscossa per il Sud, Mattarella, oggi giorno di orgoglio per Italia
- Roma: terroristi latitanti, dossier sul tavolo del Viminale, 30 in giro per il mondo, 14 solo in Francia, ministro Interno Salvini, pronto a incontrare Macron
- Burkina Faso: l'italiano Luca Tacchetto e la fidanzata canadese potrebbero essere stati rapiti, massimo riserbo dal Ministero degli Esteri
- Brescia: delitto Stefania Crotti, disposto il fermo della ex amante del marito, è una donna di 44 anni
- Calcio: Serie A, anticipi, Roma Torino 3- 2, Udinese-Parma 1-2, Inter-Sassuolo 0-0, oggi Napoli-Lazio, lunedì Milan-Genoa e Juventus-Chievo
- Formula 1: Mick Schumacher Jr entra a far parte della Ferrari Driver Academy, il vivaio della scuderia di Maranello per piloti promettenti
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
14 settembre 2018

Mattarella, serve concretezza delle scelte per Genova

A un mese dal crollo del Ponte Morandi il presidente della Repubblica auspica "tempi rapidi, trasparenza e competenza" ​

"Genova non attende auguri o rassicurazioni ma la concretezza delle scelte e dei comportamenti". Lo scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un intervento sulla Stampa e Secolo XIX a un mese dal disastro: la città "è stata colpita da una tragedia inaccettabile" e "ricostruire è un dovere. Ritrovare la normalità, una speranza che va resa concreta. Bisogna farlo in tempi rapidi, con assoluta trasparenza, con il massimo di competenza". L'immagine che la città ha dato di sé, "in quei giorni di lutto e di smarrimento non è stata soltanto di profondo dolore, ma anche di grande solidarietà e di forza d'animo", scrive. "Quella stessa solidarietà, alta, responsabile, coraggiosa, disinteressata, che ha caratterizzato i genovesi e i soccorritori", afferma, è "la chiave di volta per superare la condizione che si è creata". Con un impegno collettivo, nazionale e locale, pubblico e privato, perché "ricostruire è un dovere. Ritrovare la normalità, una speranza che va resa concreta". ​

Mattarella, serve concretezza delle scelte per Genova