Michele Bravi a RTL 102.5: “L’unico modo per affrontare il dolore è imparare a conviverci”

02 febbraio 2021, ore 17:57 , agg. alle 10:20

Michele Bravi è stato ospite di RTL 102.5 per presentare “La Geografia del Buio”, il suo nuovo concept album uscito venerdì scorso

Oggi pomeriggio Michele Bravi è stato ospite di RTL 102.5 durante The Flight per presentare “La Geografia del Buio”, il suo nuovo concept album uscito venerdì scorso.

Il giovane cantante lo ha presentato così: “Un concept album è un sentiero attraverso le canzoni, va ascoltato come si leggerebbe un libro dalla prima all’ultima canzone. È una storia, un percorso nel buio che racconta non tanto come si esce dal buio ma come ci si convive. C’è una falsa credenza sul dolore, che vada annientato. Ma l’unico modo per affrontare il dolore credo sia imparare a conviverci invece di nasconderlo in qualche angolo. L’unico modo per superare il buio è passarci attraverso. Una casa anche senza finestre e senza luce è comunque una casa e ci si può abitare. Questo disco per me è una casa e la racconto attraverso le canzoni.


La salvezza non è nella musica ma nell’amore

Per quanto riguarda la musica, il cantautore non la ritiene salvifica: “Erroneamente a volte si pensa che la musica sia salvifica, la musica non salva, per trovare la salvezza ci sono terapie psicologiche, ma la musica mi è servita a decifrare il caos notturno che era dentro di me e che tutt’ora mi porto dentro. L’ordine che la musica ha creato ha fatto sì che le canzoni fossero un fluire continuo e unico.”

Il cantante, vincitore di XFactor nel 2013, ha recentemente annunciato di avere un compagno che lo ha sostenuto nei momenti bui. “L’amore indica la strada, l’amore stringe la mano mentre stai lottando contro il tuo dolore che purtroppo devi affrontare da solo, come una malattia.” Inoltre ha aggiunto: “Ci tengo tanto a parlare di dolore e spero che questo disco possa aiutare nel suo piccolo a togliere lo stigma che tuttora esiste sulla salute mentale e sul trattamento del dolore.”

Michele ha preso poi la decisione di esporsi più di prima riguardo il suo orientamento sessuale: “Ho sempre vissuto la mia sessualità con grande libertà e naturalezza, ma mi sono reso conto che prima avevo un atteggiamento quasi reticente, non mi nascondevo ma pensavo che comportandomi da pari avrei ottenuto parità, visto che questa parità non esiste ancora, ho deciso di espormi di più. Spero nel mio piccolo di aiutare qualcuno che magari la prima volta che bacerà un ragazzo non sentirà la sensazione di stare facendo qualcosa di sbagliato come invece è successo a me.


Il mondo dei social e l’importanza del contatto

I fan gli fanno i complimenti per come riesce a risultare “vicino” sui social network. “Sto riscoprendo piano piano il mondo dei social, fatico a gestire l’immediatezza dei social network. Il linguaggio dei social prevede un po’ l’annientamento di una confidenza, ma sto cercando di riscoprire il contatto in un momento di pandemia per cui l’unico contatto che possiamo avere è virtuale.”

Per la realizzazione dell’album Michele Bravi ha deciso di affidarsi ad un’amica, Federica Abbate che non solo è l’unico featuring presente nell’album ma è anche autrice di alcuni brani. “Ha curato con rispetto la mia voce e il materiale umano che ho messo in questo album.


Michele Bravi a RTL 102.5: “L’unico modo per affrontare il dolore è imparare a conviverci”
Michele Bravi a RTL 102.5: “Il mio album ‘La geografia del buio’ va ascoltato come se fosse un libro”
Tags: intervista, Michele Bravi, musica, RTL 102.5

Share this story:

Le altre notizie di
Musica