Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Francia: la Farnesina ha confermato la morte, oggi, di Antonio Megalizzi, il giovane reporter italiano era rimasto gravemente ferito durante l'assalto ai mercatini di Natale a Strasburgo, aveva 28 anni
- Brasile: il Tribunale Supremo Federale ha chiesto l'arresto di Cesare Battisti, in vista di una possibile estradizione in Italia, al momento l'ex terrorista è latitante
- Roma: prosegue la trattativa tra governo italiano e Commissione europea sulla nuova manovra, il premier Conte, l'Italia non ha il cappello in mano
- Roma: irregolare una mensa scolastica su tre, i controlli dei Nas dei carabinieri evidenziano irregolarità, il ministro della Salute Giulia Grillo, è un film dell'orrore
- Milano: condanna all'ergastolo per Alessandro Garlaschi, il tranviere è accusato di aver ucciso con 85 coltellate la diciannovenne Jessica Valentina Faoro
- Stati Uniti: Facebook nella bufera, il social media avrebbe postato le foto di 6,8 milioni di utenti senza permesso, forse a causa di un bug
- Calcio: decisione Uefa, per il Milan pareggio di bilancio entro il 2021 o un anno senza coppe
- Calcio: domani due anticipi della 16esima giornata in serie A, alle 18.00 Inter-Udinese e alle 20.30 il derby Torino-Juventus
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
01 dicembre 2018

Milano, centinaia in piazza contro il decreto Sicurezza

Protesta per la chiusura del centro di accoglienza di via Corelli, slogan contro Salvini

Centinaia di persone sono scese in piazza a Milano contro il decreto Sicurezza e la chiusura del centro di accoglienza di via Corelli. Slogan contro il ministro dell'interno Matteo Salvini. Alla manifestazione, che ha preso il via alle 16 da piazza Piola, hanno preso parte non solo i giovani dei centri sociali e la rete di 'Mai piu' lager-No ai Cpr', ma anche, con le loro bandiere, la Camera del Lavoro, Arci, Rifondazione Comunista, Cgil, Fiom, Pci, e Cobas. Tra gli striscioni quelli contro la trasformazione in Cpr, centro per il rimpatrio, del centro di via Corelli e quelli con scritto "Lega Salvini e lascialo legato" e "Lega ladrona. Salvini casta". Come è stato riferito dalle forze dell'ordine, non ci sono state tensioni e il corteo ha seguito il percorso prestabilito. 

Milano, centinaia in piazza contro il decreto Sicurezza