Ministro Orlando a RTL 102.5:”difficolta’ nell’eleggere Presidente della Repubblica ma parlare di sconfitta della politica è paradossale”

31 gennaio 2022, ore 10:04

Il Ministro del Lavoro Andrea Orlando, ospite di Non Stop News, ha parlato delle elezioni del Presidente della Repubblica facendo un bilancio politico sulla situazione attuale dei partiti italiani

Il Ministro del lavoro Andrea Orlando è stato ospite questa mattina in diretta su RTL 102.5 durante “Non Stop News” con Giusi Legrenzi, Luigi Santarelli e Massimo Lo Nigro.

Paradossale parlare di sconfitta politica

A proposito delle difficoltà riscontrate dai partiti nell’eleggere il Presidente della Repubblica, il Ministro Orlando dice:

 “E’ vero che c’è stata una difficoltà dei leader a fare i conti con uno schema inedito perché si trattava di mettere insieme coalizioni in cui c’erano anche forze politiche che non facevano parte della maggioranza di governo e la maggioranza di governo.

Questo ha pesato e indubbiamente ci sono stati errori ma parlare di sconfitta della politica quando si elegge un politico come Sergio Mattarella, quando è il Parlamento con una spinta forte a orientare in quella direzione mi sembra paradossale. Parlerei di difficoltà delle leadership a gestire uno schema così complesso, partendo dal presupposto che le coalizioni ormai non sono più in essere.

Il futuro della maggioranza di Governo

“La maggioranza di governo si è complessivamente ricomposta intorno alla figura di Mattarella nonostante quelle tensioni che ci sono state che hanno portato a quel numero di votazioni. Ci sono le condizioni perché si possa ripartire e perché si possa portare avanti un lavoro che era iniziato”.

A proposito delle po’ complicazioni all’interno dei partiti e dell’operato di Matteo Salvini, il Ministro Orlando ha aggiunto:

“Ci sono stati degli errori che hanno pesato sulla vicenda ma gli errori dei politici non si sono tramutati in una sconfitta né per la politica, né tantomeno per il Paese. Nessuno nega che ci siano cose che non stanno funzionando ed è indubbio che ci saranno conseguenze che segneranno profondamente lo scenario politico. Questo non significa che non ci sia stata comunque una capacità del parlamento di orientare la situazione in una direzione.

Poi ci sono forze politiche che non si può dire che siano state sconfitte da questa vicenda, il PD credo possa considerarsi soddisfatto perché in un Parlamento nato sotto una certa stella, in cui, almeno al tempo, le forze antieuropee e della destra, anche quella più estrema, si erano affermate con grande nettezza non era scritto da nessuna parte di poter confermare al Colle un politico, un sincero e rigoroso interprete della Costituzione, un arbitro imparziale e anche un convinto europeista e un intransigente antifascista come Sergio Mattarella.

Sulla possibilità di elezioni del PD se fosse stato Draghi il Presidente della Repubblica

“Il nostro partito ha sempre ritenuto che in questo quadro la priorità sia completare il lavoro iniziato per arrivare a portare avanti il PNRR. Una campagna elettorale in questo momento avrebbe impedito questo obiettivo, quindi credo che la scelta sarebbe stata quella comunque di cercare di dare un governo al paese. A posteriori le difficoltà di tenere insieme coalizioni così diverse, ci fanno capire che fare un governo sarebbe stato tutt’altro che semplice.”


Ministro Orlando a RTL 102.5:”difficolta’ nell’eleggere Presidente della Repubblica ma parlare di sconfitta della politica è paradossale”

Sicurezza sul lavoro e assunzioni

A proposito delle iniziative del Governo in materia di sicurezza sul lavoro, il Ministro Andrea Orlando ha detto ad RTL 102.5:

“Abbiamo introdotto delle norme che introducono sanzioni più tempestive e più incisive. Abbiamo anche modificato, ampliato e rafforzato le competenze dell’ispettorato del lavoro e aumentato investimenti e attività formative. Proprio in questi giorni, finalmente, incominciano a entrare in ruolo i primi ispettori del lavoro. Si tratta di 150 unità e il mese prossimo se ne aggiungeranno altri 1000.”

Sul caso dell’azienda che in un annuncio chiedeva foto in costume a candidate per un posto da receptionist:

“Purtroppo siamo ancora così indietro sì. Mi ha causato sconcerto ed è una cosa che ci fa interrogare sul grado di maturità di parte della società italiana, sulla consapevolezza rispetto all’affermazione di alcuni valori che dovremmo condividere tutti. Abbiamo subito mandato gli ispettori del lavoro che hanno comminato delle sanzioni perché, oltre ad essere una notizia che ci fa sobbalzare, è una violazione del codice delle pari opportunità sui luoghi di lavoro tutelato dal Ministero del Lavoro”.


Andrea Orlando: il bilancio politico dopo le elezioni del Presidente della Repubblica
Tags: ministro lavoro, ministro orlando, non stop news, politica, presidente della repubblica

Share this story: