Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Roma: Italia - Francia, è disgelo, l'ambasciatore di Parigi Masset è tornato a Roma, arriva l'invito di Macron, il presidente Mattarella andrà in Francia
- Usa: presidente Trump dichiara l'emergenza nazionale per il muro con il Messico, i governatori di California e NY fanno causa, è abuso di potere
- Roma: Claudio Borghi (Lega), dopo il voto di maggio, l'Italia deve lasciare l'Unione Europea, se l'Ue resta tossica
- Bruxelles: l'Ue sulla Tav, l'Italia chiarisca come rispetterà gli impegni presi, potremmo revocare i fondi
- Usa: 5 morti in una sparatoria avvenuta in un centro commerciale in Illinois, feriti anche 5 poliziotti, l'uomo che ha fatto fuoco è morto
- Usa: caso Russiagate, procuratore Mueller chiede 19-24 anni carcere per Manafort , è l'ex responsabile per la campagna presidenziale di Donald Trump
- Varese: Umberto Bossi migliora, medici, è stabile e reattivo e non sarebbe in pericolo di vita
- Calcio: serie A, anticipo, Juventus-Frosinone 3-0, bianconeri a +14 sul Napoli, oggi Cagliari-Parma e Atalanta-Milan
- Formula 1: è stata presentata a Maranello la nuova Ferrari SF 90, rosso meno acceso, linee essenziali, Elkann, voglio una Ferrari che unisca il Paese
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
11 agosto 2018

Monsanto, 289 milioni di dollari da risarcire a cliente malato

Il giudice condanna la multinazionale, l'uomo usava i prodotti dell'azienda

Un giudice di San Francisco ha riconosciuto il pagamento di 289 milioni di dollari di risarcimento ad un uomo che ha denunciato la Monsanto, multinazionale di biotecnologie agrarie, affermando che un prodotto dell'azienda usato come pesticida ha contribuito a farlo ammalare di un tumore rivelatosi terminale. Nella sua decisione il giudice ha stabilito che l'azienda non ha adeguatamente avvertito sui rischi nell'utilizzo del prodotto.

Monsanto, 289 milioni di dollari da risarcire a cliente malato

Dewayne Johnson, custode di siti scolastici nella zona di San Francisco, aveva utilizzato il prodotto nel suo lavoro e aveva sviluppato un'eruzione cutanea nel 2014 quando aveva l'età di 42 anni. Successivamente gli è stato diagnosticato un linfoma non-Hodgkin. La Monsanto ha respinto le accuse e i suoi legali hanno sostenuto che quel tipo di linfoma impiega anni per manifestarsi e che quindi Johnson deve esserne stato affetto da prima del suo incarico nel distretto scolastico.