Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Londra: Brexit, Theresa May ottiene la fiducia del Parlamento, respinta la la mozione contro il governo presentata dal leader laburista Corbyn, 325 no, contro 306 sì
- Londra: Brexit, il leader dell'opposizione laburista Jeremy Corbyn attacca il governo, May ha fallito, ogni altro premier si sarebbe dimesso
- Roma: tensioni nella maggioranza su reddito di cittadinanza e quota 100, oggi il Consiglio dei Ministri, prima vertice con Conte, Di Maio e Salvini
- Gavardo (Bs): uomo di origini italiane sequestrato da uno straniero, ricerche in corso, il rapitore sarebbero straniero e armato
- Arezzo: crepe lungo i piloni di cemento, chiuso il cavalcavia Puleto sulla superstrada E45, rischia di crollare, la procura dispone il sequestro
- Bologna: 30 persone arrestate nell'ambito di un operazione contro due cartelli di imprese funebri che avevano monopolizzato i servizi funerari, 43 perquisizioni
- Calcio: la Juventus vince la Supercoppa italiana grazie alla vittoria per 1-0 contro il Milan, gol partita di Cristiano Ronaldo
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
09 gennaio 2019

Morto Ferdinando Aiuti, pioniere della lotta all'Aids

Il famoso immunologo aveva 83 anni, non si esclude il suicidio

Ferdinando Aiuti è morto al Policlinico Agostino Gemelli di Roma. Immunologo, aveva 83 anni, era stato il fondatore dell’Anlaids ( Associazione nazionale per la lotta all’AIDS). Non si esclude il suicidio. Il professore è morto dopo una caduta dalle scale nel reparto di Medicina Generale, dove era ricoverato in gravi condizioni per un problema cardiaco. La procura di Roma ha aperto una inchiesta sulle cause del decesso. Fernando Aiuti, per quasi trent'anni professore ordinario di Medicina Interna, direttore e docente della Scuola di Specializzazione in Allergologia e Immunologia Clinica, coordinatore del Dottorato di Ricerche in Scienze delle Terapie Immunologiche presso l'Università "La Sapienza" di Roma, era ancora in attività come specialista in Malattie Infettive e Immunologia Clinica. Tra i massimi esperti italiani per la lotta e la cura dell'Aids, il professor Aiuti è rimasto celebre anche per il suo bacio in bocca davanti alla telecamere nel 1991 con Rosaria Iardino, una ragazza sieropositiva, per dimostrare all'opinione pubblica che il bacio profondo non trasmette l'Aids.

Morto Ferdinando Aiuti, pioniere della lotta all'Aids