Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
-
-
- Elezioni europee: dati definitivi Viminale, Lega 34,33%, Pd 22,69%, Movimento Cinque Stelle 17,07%, Forza Italia 8,79%, Fratelli d'Italia 6,46%, Più Europa 3,09%
- Elezioni europee: leader Lega Salvini, successo incredibile, lealtà della Lega al Governo mai in discussione, non chiedo rimpasti, mandato per cambiare parametri europei
- Roma: segretario Pd Zingaretti, molto soddisfatti, il Pd torna centrale, Salvini leader governo pericoloso, noi alternativa a Lega, questo è un punto di partenza e non di arrivo
- Roma: leader 5 stelle Di Maio, penalizzati da astensione, ora a testa bassa, restiamo l'ago della bilancia del governo, incontro con i giornalisti solo nel pomeriggio
- Elezioni europee: leader Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, risultato straordinario, ci può essere un governo di centrodestra, il messaggio di Fratelli D'Italia passato anche nel Nord produttivo del Paese
- Roma: inizia lo spoglio delle amministrative, exit poll Regione Piemonte, Cirio del centrodestra 45-49%, Chiamparino centrosinistra 36,6-40,5%
- Elezioni europee: Gran Bretagna, Brexit Party di Nigel Farage primo partito in Ue con la Cdu tedesca, in Francia vince Le Pen, in Germania exploit dei Verdi, tiene la Merkel
- Novara: bimbo morto in casa, la madre respinge le accuse davanti al giudice, non sono stata io
- Bologna: maltempo, allerta meteo arancione per la piena dei fiumi, pioggia intensa anche in altre regioni
- Torino: Fca-Renault, fusione a un passo, presentata proposta per accordo al 50%, dalla Francia oggi Cda per valutare, se realizzato sarebbe terzo gruppo automobilistico al mondo
- Calcio: mercato allenatori, Sarri favorito per la Juventus, Ancelotti resta a Napoli, Conte vicinissimo all'Inter, Gasperini verso la Roma, al Milan incognita Gattuso
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
15 novembre 2018
  1. /

MotoGP, a Valencia l'ultimo atto della stagione

Segui l'ultima gara della stagione su RTL 102.5 con il commento di Max Biaggi

La mente sgombra da pressioni del campione del mondo Marc Marquez, quella gia' proiettata verso il 2019 di Valentino Rossi, gonfia di emozioni per Dani Pedrosa al passo d'addio, oppure di aspettative per Jorge Lorenzo, in procinto di salutare la Ducati e salire sulla Honda. Modi diversi di avvicinarsi a Valencia, dove domenica si corre l'ultimo atto del motomondiale 2018, con lo sguardo gia' rivolto al futuro. Marquez e la Honda Hrc hanno dominato, vincendo il titolo piloti con largo anticipo, quello costruttori in Malesia. Lui ha festeggiato il quinto titolo MotoGp nella sua Cervera, qualche giorno fa, con la famiglia ed il fan club. Lo attende il gran finale. Potra' goderselo assai piu' dello scorso anno, quando all'ultima gara Dovizioso era ancora una spina nel fianco. "Ma l'atteggiamento - assicura - sara' lo stesso. Siamo molto vicini al titolo dei team e la Honda tiene alla 'Triple Crown'. Sarebbe perfetto". "Vorrei chiudere con un risultato positivo" si augura anche Rossi. Magari centrando la prima vittoria del 2018 per evitare lo '0' in casella, come gli e' accaduto solo nel biennio 'nero' con la Ducati. "Per la Yamaha sara' un Gp interessante, e' un tracciato sul quale non siamo molto veloci - aggiunge - Nelle ultime gare abbiamo visto dei piccoli miglioramenti. In Malesia sono stato competitivo per tutto il fine settimana". Torna Lorenzo. Il maiorchino spera che il polso operato gli permetta di "salutare la Ducati con una bella gara". Poi, gia' dai test del 20 e 21 novembre, entrera' nella famiglia Hrc, dove dividera' il box con Marquez. Si capira' presto quanto sara' impegnativo per il marchio giapponese gestire due personalita' cosi' forti, mettere al servizio della squadra le rivalita' tra i vincitori di 12 titoli. Che in passato hanno avuto piu' di un motivo di frizione. E' il 'dream team' del motomondiale. Al primo sentore di una disparita' di trattamento il sogno puo' trasformarsi in incubo. 

MotoGP, a Valencia l'ultimo atto della stagione