Motogp, tripletta azzurra al Mugello. Prima pole per Di Giannantonio. Ritirato il 46 di Valentino Rossi

28 maggio 2022, ore 19:00

La cerimonia di Valentino prima delle qualifiche che festeggia anche con la prima fila di Bezzecchi e Luca Marini con le Ducati del VR46. Altre due Ducati (Zarco e Bagnaia) in seconda fila

Il cielo si tinge di azzurro sopra il Mugello, nonostante il maltempo, sul circuito italiano sono tre moto italiane guidate da tre centauri italiani ad occupare la prima fila del Gran Premio d’Italia. La Ducati vola letteralmente sul circuito di casa e piazza cinque moto nelle prime cinque posizioni. Per trovare un motore diverso dobbiamo arrivare alla fine della seconda fila dove, in sesta posizione, troviamo il campione del mondo in carica Fabio Quartararo e la sua Yamaha. Davanti a tutti però che Fabio Di Giannantonio, il Diggia, con la moto del team Gresini che si è preso la prima pole in classe MotoGP con il tempo di 1:446.156. Dietro di lui la coppia del team Money VR46, Bezzecchi-Marini che hanno deciso di festeggiare Valentino Rossi regalandosi la prima fila e mettendosi davanti a due piloti del calibro di Zarco, con la Pramac e Bagnaia, sulla Ducati ufficiale. Brutta caduta per Maquez nel corso del Q2: il maiorchino ha annunciato che dopo la gara tornerà in America per operarsi per la quarta volta al braccio destro. Adesso per le moto di Borgo Panigale non rimane che aspettare le 14.00 di domani quando si spegneranno i semafori per il via del Gran Premio d’Italia.

Motogp, tripletta azzurra al Mugello. Prima pole per Di Giannantonio. Ritirato il 46 di Valentino Rossi

IL 46 DI VALENTINO

Già in condizioni normali il Gran Premio d’Italia è uno degli appuntamenti più attesi del motomondiale ma per gli appassionati la giornata di oggi è stata ancora più speciale. Poco prima del via delle qualifiche, sul rettilineo del Mugello, accompagnato dal pubblico in festa, è tornato Valentino Rossi per la cerimonia con cui è stato ritirato ufficialmente dalla Motogp 46, numero che ora apparterrà solo a lui e alla sua leggenda. "Grazie per il meraviglioso supporto, il tifo e le emozioni di tutti questi anni – le parole del Dottore -. Ci ringraziamo a vicenda perché il pubblico del Mugello è stato sempre emozionante. Ieri sera parlavo con i miei amici e dicevo che il primo giro della domenica mattina del Mugello nel warm up è una delle emozioni più grandi per un pilota di moto e per questo è stato bello fare la cerimonia qui". Domani farà il tifo per i suoi ragazzi lì in prima fila.

Tags: Di Giannantonio, Ducati team Gresini, Gran Premio del Mugello, Moto GP, Valentino Rossi

Share this story: