Napoli, capoclan della camorra regala un bambino a un suo affiliato

 06 ottobre 2019 | Boss, DDA, Napoli, Neonato

Lo rende noto un'indagine della DDA di Napoli, la donna che ha ceduto il neonato è stata pagata

Un capoclan della camorra ha versato diecimila euro a un suo affiliato per pagare una donna dell'est Europa disposta a portare avanti una gravidanza e poi a cedere suo figlio. La vicenda è frutto delle indagini della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli sulle cosche della zona orientale della città, che ha evidenziato come il boss volesse "regalare" un neonato al membro della sua cosca. Il capoclan, secondo quanto riferisce il giornale, sarebbe accusato di falso e alterazione di stato civile, aggravati da finalità mafiosa. Secondo il giudice per le indagini preliminari, avrebbe agito per "fornire la dimostrazione sul territorio della forza della propria organizzazione, tanto da mostrarsi in grado di procurare un figlio a uno dei suoi affiliati". Una vicenda che, scrive il magistrato, è indice "dell'esistenza di un contesto criminale organizzato, avente a oggetto un traffico illegale di bambini". Dalla procura del capoluogo partenopeo non si escludono ulteriori sviluppi sulla vicenda.
Napoli, capoclan della camorra regala un bambino a un suo affiliato

                                                                          

Share this story: