Napoli padrone in serie A, Milan e Inter in Arabia Saudita per provare a consolarsi con la Supercoppa

16 gennaio 2023, ore 13:17

Deve ancora iniziare il girone di ritorno, ma la fuga del Napoli sembra già definitiva. Dopodomani a Riad la finale di Supercoppa Italiana tra Milan e Inter, mentre la Salernitana ha esonerato Davide Nicola

E’ un calcio senza sosta, senza respiro. Partite ravvicinate, competizioni che si incrociano, panchine che saltano. E qualità che nella maggior parte dei casi è segnalata in ribasso.

NAPOLI PADRONE

Fa eccezione il Napoli. I partenopei sono in vetta e al momento non si vede chi e come li possa raggiungere. Manca ancora tutto il girone di ritorno, quindi non si possono emettere sentenze definitive, ma al momento Spalletti sembra padrone incontrastato del campionato. Per meriti del Napoli, che è la squadra migliore, capace di mixare qualità intensità e divertimento. E per demeriti di chi insegue, una accozzaglia di squadre imperfette, discontinue e un po’ depresse.

JUVE BRUTTA

La Juventus si era illusa con la striscia di otto vittorie consecutive, ma nella maggior parte dei casi si era trattato di successi di misura, contro avversarie non impossibili, al culmine di partite dove la fortuna era stata più decisiva del bel gioco: venerdì allo stadio Maradona si è alzata l’asticella e i nodi sono venuti al pettine. Il cinismo è uno degli ingredienti che formano una grande squadra, non può essere l’unico.

MILAN SGONFIO

Il Milan, campione d’Italia in carica, sembra aver smarrito la brillantezza della seconda parte della scorsa stagione. Forse c’è un po’ di pancia piena, giocatori fondamentali sono tornati dal mondiale stanchi e svuotati. Nel 2023 i rossoneri hanno vinto soltanto contro la Salernitana, anche un anno fa di questi tempi l’andatura non era irresistibile, ma allora non c’era il Napoli in fuga. In queste condizioni, difficile andarlo a prendere.

INTER DISCONTINUA

Il 4 gennaio l’Inter ha battuto il Napoli nello scontro diretto di san Siro. Psicologicamente poteva essere il trampolino per provare a riaprire il campionato, poi però la squadra di Inzaghi ha sprecato tutto facendosi raggiungere sul pareggio a Monza. E la vittoria sul Verona ha portato tre punti ma pochi complimenti. Per sperare in una rimonta servirebbe una continuità che fin qui i nerazzurri non hanno avuto.


Napoli padrone in serie A, Milan e Inter in Arabia Saudita per provare a consolarsi con la Supercoppa
PHOTO CREDIT: agenziafotogramma.it

SUPERCOPPA DI CONSOLAZIONE

Si torna nel deserto, questa volta per la finale di Supercoppa Italiana. Appuntamento mercoledì sera alle 20.00, a Riad si sfideranno Milan e Inter. Entrambe stanno attraversando un momento non facile, questa coppa può rappresentare un premio di consolazione. E’ stato designato l’arbitro: sarà il napoletano Fabio Maresca. In questi giorni si giocheranno anche altre partite: stasera il posticipo di serie A Empoli-Sampdoria, domani sera per gli ottavi di coppa Italia Napoli-Cremonese. Per la stessa competizione giovedì verranno giocate Atalanta-Spezia, Lazio-Bologna e Juventus-Monza.

CAMBI DI PANCHINA

La panchina di Davide Nicola alla Salernitana scricchiolava da un po’: gli otto gol subiti a Bergamo dall’Atalanta hanno dato la spallata definitiva all’allenatore che un anno fa era stato l’artefice di una salvezza esaltante e inaspettata. Per la sua successione circolano i nomi di D’Aversa, Di Francesco e Semplici. Invece Davide Ballardini, altro specialista in salvezze difficili, si è già messo al lavoro alla Cremonese, dove ha preso il posto dell’esonerato Massimiliano Alvini.


Tags: CALCIO, INTER, JUVENTUS, MILAN, NAPOLI, SERIE A, SUPERCOPPA ITALIANA

Share this story: