Nba, la moglie di Kobe Bryant si congratula con i Los Angeles Lakers per la vittoria del campionato

12 ottobre 2020, ore 18:01 , agg. alle 18:55

I Lakers alzano il trofeo in una stagione difficile: un trionfo che arriva otto mesi e mezzo dopo l’incidente che il 26 gennaio uccise “Black Mamba”, la figlia 13enne Gianna e altre sette persone

Anche Vanessa Bryant, in un post su Instagram, si è congratulata con i Los Angeles Lakers per la vittoria del campionato Nba. La squadra ha battuto i Miami Heat per 106 a 93. La vedova di Kobe Bryant, scomparso tragicamente il 26 gennaio scorso in California insieme alla figlia, ha celebrato la vittoria con una foto in cui si vedono il campione e il manager dei Lakers, Rob Pelinka. Anche Barack Obama si è congratulato con le stelle dell’Nba: "Congratulazioni ai Lakers e ai Seattlestorm (che si sono laureate per la quarta volta nella storia campionesse della WNBA, la lega di pallacanestro femminile degli Stati Uniti) per le loro vittorie! Orgoglioso di tutte le squadre dell'Nba e del Wnba e con i giocatori che hanno usato le loro piattaforme per la giustizia razziale e per incoraggiare la partecipazione a questa stagione", ha detto.


I Los Angeles Lakers ai vertici dell’NBA dieci anni dopo l’ultima volta di Kobe Bryant

I Los Angeles Lakers sono tornati ai vertici dell’NBA a dieci anni dall’ultima volta di Kobe Bryant. Hanno alzato il trofeo otto mesi e mezzo dopo l’incidente che il 26 gennaio uccise la stella dell’Nba, la figlia 13enne Gianna e altre sette persone. Dopo una stagione sofferta, per l’emergenza coronavirus che ha colpito tutto il mondo, per raggiungere questo traguardo è stato decisivo LeBron James, primo giocatore a guidare tre diverse squadre al titolo. Si tratta del 17esimo riconoscimento per i Lakers, che in questo modo eguagliano il record dei Boston Celtics. Hanno battuto in gara 6 della finale i Miami Heat con il punteggio di 106-93, chiudendo la serie per 4-2.


Nba, la moglie di Kobe Bryant si congratula con i Los Angeles Lakers per la vittoria del campionato

LeBron James, la stella che ha mantenuto la promessa di riportare il titolo a Los Angeles

LeBron James, reduce dalle precedenti vittorie con la maglia di Miami nel 2012 e 2013 e di Cleveland nel 2016, ha mantenuto la promessa fatta ai tifosi di riportare il titolo a Los Angeles. E’ stato lui l’uomo decisivo per la vittoria del campionato Nba, con una tripla doppia (28 punti, 14 rimbalzi e 10 assist). Bene anche la prestazione di Anthony Davis (19 punti, 15 rimbalzi, 2 muri) e quella delle seconde linee, dai 19 punti di Rajon Rondo ai 17 di Kentavious Caldwell-Pope. Tra i rivali dei Lakers, Butler ha messo a segno 12 punti e 8 assist, Bam Adebayo 25 punti e 10 rimbalzi.


Il 2020 stagione unica per l’NBA, dalla tristezza alla lotta contro il razzismo, fino al trionfo

Il 2020, iniziato con la commozione e la tristezza per la perdita di un campione come Kobe Bryant, è terminato con un successo, in una stagione unica per l’NBA. E’ stato l’anno più difficile, con le misure anti Covid che oltre a interrompere le gare nel periodo più acuto dell’emergenza hanno anche decisamente cambiato il modo di scendere in campo. A cominciare dal tifo: niente cori, applausi ed entusiasmo del pubblico nelle gare a porte chiuse. Poi c’è stato il coinvolgimento delle squadre nella lotta contro il razzismo, che si è riacutizzata dopo l’uccisione dell’afroamericano George Floyd da parte di un poliziotto bianco a Minneapolis.


Tags: basket, kobe bryant, lakers, los angeles lakers, nba

Share this story: