Nicola Ventola e Barbara Bonansea a RTL 102.5 raccontano l'iniziativa solidale "Lo stadio in un cassetto"

27 maggio 2020, ore 12:57

Il 24 maggio è uscito "Lo stadio in un cassetto" la canzone di Giulia Anania, Maria Venturini e Diego Calvetti, interpretata da 21 campioni del calcio maschile e femminile

Il 24 maggio è uscito “Lo stadio in un cassetto”, la canzone solidale composta da Giulia Anania, Marta Venturini e Diego Calvetti, ed interpretata da ventuno campioni del calcio femminile e maschile. Tra i protagonisti, i campioni di ieri e di oggi, Alessandro Bastoni, Barbara Bonansea, Federico Bonazzoli, Francesco Caputo, Gaetano Castrovilli, Alberto Cerri, Danilo D’Ambrosio, Matteo Darmian, Stefano Eranio, Samuel Eto’o, Ciro Ferrara, Alessandro Florenzi, Maurizio Ganz, Simone Andrea Ganz, Elena Linari, Alessandro Matri, Leonardo Morosini, Andrea Pirlo, Andrea Ranocchia, Luca Toni e Nicola Ventola.

Nicola Ventola e Barbara Bonansea su RTL 102.5  

Per la prima volta nella storia i campioni dello sport insieme per sostenere una grande iniziativa che, Nicola Ventola, ex Inter ed Atalanta e Barbara Bonansea, attaccante della Juventus e della nazionale italiana, hanno raccontato in collegamento con RTL 102.5. “Prendere parte a questa iniziativa è stato bellissimo, ero felicissima - ha raccontato la Bonansea, ricordando l’importanza dell’iniziativa, poiché il ricavato della canzone sarà interamente devoluto al fondo “Sempre con voi”, per il sostegno dei familiari di tutti quei medici ed infermieri che hanno perso la vita nella lotta contro il Coronavirus - mi sono concentrata al massimo per fare una bella figura, un’opportunità bellissima per aiutare tutte le persone che hanno perso i loro cari” ha proseguito la campionessa, confessando di aver pianto la prima volta che ha ascoltatola canzone.


Nicola Ventola e Barbara Bonansea a RTL 102.5 raccontano l'iniziativa solidale "Lo stadio in un cassetto"

Passione calcio e non solo

Non solo il pallone tra le passioni dei due sportivi, ma anche la musica. Barbara Bonansea ha confessato “amo cantare e non credevo di essere intonata”. Anche in famiglia della calciatrice la musica è apprezzata, in particolar modo dal fidanzato saxofonista. Quella di Ventola con la musica è una storia che nasce tempo fa, già quando si aggirava per gli spogliatoi munito di pianola, così come raccontato dall’ex calciatore, per dare vita ad un vero e proprio piano bar: “Dieci ragazze di Lucio Battisti era la canzone più richiesta” ha fatto sapere Nicola, che come tutti gli appassionati di calcio auspica in una ripartenza nel minor tempo possibile. “Manca tanto il calcio e, come farà sicuramente anche l’Italia, c’è bisogno di ripartire – ha detto – tutto il sistema deve ripartire e quindi anche il calcio, che rappresenta il sogno di ogni bambino” ha sottolineato Ventola, auspicando che tutto possa andare per il verso giusto senza intoppi. L’idea della ripresa di un campionato a porte chiuse fa strano perché, come evidenziato dai molti, il supporto dei tifosi gioca un ruolo determinante nell’atmosfera calcistica. “I calciatori in particolar modo sono abituati agli stadi pieni e non a sentirsi tra di loro in campo – ha ricordato Barbara Bonansea mentre noi donne siamo maggiormente abituate ,anche se negli ultimi anni anche per noi il pubblico è aumentato”.  


Ventola e Bonansea su RTL 102.5: Lo stadio in una cassetto

Tags: Barbara Bonansea , Calcio, Coronavirus, Lo stadio in un cassetto, Nicola Ventola

Share this story: