Notre Dame De Paris, il musical dei record torna alle origini

 16 dicembre 2015 | notre dame de paris

Lola Ponce e Giò Di Tonno cantano sulle musiche di Riccardo Cocciante

Dopo quasi mille repliche in undici anni e quattro anni di sosta, ritorna in scena in Italia "Notre Dame De Paris" di Riccardo Cocciante. Torna sul palco anche il cast originale Lola Ponce (Esmeralda), Giò di Tonno (Quasimodo), Vittorio Matteucci (Frollo), Leonardo Di Minno (Clopin), Matteo Setti (Gringoire), Graziano Galatone (Febo) e Tania Tuccinardi (Fiordaliso). Si riparte il 3 marzo 2016 dal Teatro Linear4Ciak di Milano per poi concludersi il primo settembre all'Arena di Verona.
Notre Dame De Paris, il musical dei record torna alle origini
"Notre Dame De Paris" debuttava al Palais des Congrès di Parigi il 16 settembre 1998, nella sua versione originale francese, e fu subito trionfo. Quattro anni dopo, David Zard produceva la versione italiana con l’adattamento di Pasquale Panella: il 14 Marzo 2002, al Gran Teatro di Roma, costruito per l’occasione, si teneva la “prima” di quello che sarebbe stato il musical dei record; un’emozione che, da allora, ha “contagiato” oltre due milioni e mezzo di spettatori. Un successo travolgente non solo in Francia e in Italia. NOTRE DAME DE PARIS è stata cantata in 7 lingue diverse e rappresentata ben 4.046 volte nel mondo, dall’Inghilterra al Canada, passando per Russia, Cina, Giappone, Corea del Sud, Libano, Turchia, e in decine di altri paesi, riscuotendo ovunque una presenza di pubblico senza precedenti, e la marcia trionfale continua e non si arresta.

"Notre Dame De Paris" porta innanzitutto la firma di Riccardo Cocciante per le musiche, definite da tutti sublimi, e le parole, che raccontano una storia emozionante, scritte da Luc Plamondon e, nella versione Italiana, da Pasquale Panella; le coreografie ed i movimenti in scena sono curati da Martino Müller; i costumi sono di Fred Sathal e le scene di Christian Rätz; diretti magistralmente dal regista Gilles Maheu: un team di artisti di primo livello che hanno reso quest'opera un assoluto capolavoro.

Share this story: