Nove milioni di italiani in viaggio per il Ponte del 2 giugno, la quasi totalità resterà in Italia

27 maggio 2021, ore 17:21 , agg. alle 18:05

Dopo un anno come il 2020 vissuto in totale oscurità, sembra di poter gridare al miracolo, così il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca

Con i dati sui contagi in diminuzione e le riaperture, torna la voglia di viaggiare. Gli italiani ricominciano a pensare dove e quando partire, per un breve periodo di ferie. La prima occasione utile sarà sicuramente il Ponte del 2 giugno. Saranno, infatti, quasi nove milioni, secondo Federalberghi i nostri connazionali che approfitteranno della festività, per concedersi un primo assaggio di vacanza, dormendo almeno una notte fuori casa. La scelta delle mete nostrane prevale, perché in Italia ci si sente più sicuri, in tempi di Covid. Inoltre il poco tempo disponibile, scoraggia l’approccio a lunghe distanze.


Vacanze, tutti in Italia per il Ponte del 2 giugno

La quasi totalità degli abitanti del Belpaese, vale a dire il 99,3%, non varcherà le frontiere. Di questi, il 69,6% si muoverà all'interno della regione di residenza, il 22,5% si sposterà in qualche regione vicina, mentre il 5,5% farà un viaggio più prolungato, toccando vari luoghi. Tre italiani su 10 si recheranno presso una casa di proprietà. Il 25,8 delle persone, che si sposterà in occasione del Ponte del 2 giugno, sarà ospitato da amici o parenti. Il 21% sceglierà di dormire in una struttura alberghiera, l’11,7% per risparmiare si affiderà a un Bed & Breakfast.


Federalberghi, primi italiani in viaggio, preludio di una ripresa piena

"Per quanto si tratti di un valore inferiore rispetto agli exploit dell'era pre-covid, in questo momento e dopo un anno come il 2020 vissuto in totale oscurità, sembra di poter gridare al miracolo". Così il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, in merito al Ponte del 2 giugno. "La Festa della Repubblica, cadendo nella giornata di mercoledì, offre comunque la possibilità a famiglie e lavoratori di poter usufruire di un tempo più dilatato per pianificare un viaggio. Oggi si teme meno la diffusione del contagio e, nel contempo, c'è grandissima attenzione al rispetto del piano vaccinale. Per noi si tratta di un delicato inizio, ma riteniamo che sia il preludio verso una ripresa piena che sarà in grado di sorprenderci. E che gli italiani ed il Paese meritano'', ha concluso Bernabò Bocca, mostrando ottimismo in vista della stagione estiva.


Nove milioni di italiani in viaggio per il Ponte del 2 giugno, la quasi totalità resterà in Italia
Tags: Bernabò Bocca, Federalberghi, Ponte 2 giugno

Share this story: