Oggi è la giornata mondiale dell'orso polare, l'animale che è diventato un simbolo dei cambiamenti climatici

27 febbraio 2021, ore 18:00
agg. 01 marzo 2021, ore 14:46

Se il trend climatico continuerà così, tra 15 anni il mare Artico potrebbe essere privo di ghiacci

La giornata mondiale dell'orso polare

Oggi è la Giornata Mondiale dedicata all'orso polare. Il WWF ha definito questo magnifico animale come il simbolo degli effetti della crisi climatica. Nel mondo, secondo l'organizzazione ambientalista, ci sono dai 16mila ai 31mila orsi polari, divisi in 19 popolazioni artiche di Europa, Asia e America. Lo scioglimento dei ghiacci sta rendendo sempre più ostico per gli orsi trovare cibo, Tutti ricorderete le immagini che hanno fatto il giro del mondo di un esemplare magrissimo e senza forze alla ricerca di nutrimento. Alla fine della scorsa estate si è registrata la seconda minore estensione del ghiaccio polare dagli anni '70. Nel 2035, il mare Artico potrebbe essere privo di ghiacci nei mesi estivi. Per gli orsi si tratterebbe di una condanna a morte.


Una specie ad alto rischio

I cambiamenti dell'habitat stanno mettendo dunque ad alto rischio gli orsi polari. Gli esemplari di questa specie passano sul mare ghiacciato la maggior parte della vita, lo attraversano per percorrere ampie distanze e vanno a caccia di foche aspettando che la preda esca fuori dall'acqua. Le femmine poi creano rifugi scavando nel ghiaccio per partorire. La crisi climatica ha ridotto la distesa di ghiaccio marino che un tempo si estendeva dal Polo Nord alla Baia di Hudson meridionale. E proprio nell'area meridionale della Baia, in cinque anni, è stato stimato un calo della popolazione di orsi polari pari al 17%, con la diminuzione del numero di individui da 943 a 780. Aumentano così i conflitti tra le comunità locali e orsi. Gli animali, cercando cibo, sempre più spesso si  avvicinano ai centri abitati. Fino agli anni '70 del secolo scorso, avvistare un orso polare a Churcill, nel Manitoba (Canada), sarebbe stato un evento eccezionale. Oggi, invece, gli avvistamenti sono sempre più numerosi. 


Qualche curiosità sugli orsi polari

  • Mangiano 30 chilogrammi di carne al giorno
  • La loro pelliccia non è bianca, ma è traslucida ed è la luce a conferire il colore, che a volte sembra giallo
  • Riescono a nuotare da 30 a 100 chilometri senza riposare
  • Non bevono acqua. Assumono liquidi dalle prede ingerite
  • Sono l'unica specie di orso che non va in letargo
  • Non sono per niente socievoli. Amano vivere da soli. Se due orsi sono insieme sono probabilmente una madre e un cucciolo
Oggi è la giornata mondiale dell'orso polare, l'animale che è diventato un simbolo dei cambiamenti climatici
Tags: cambiamento climatico, ghiacci, Orsi polari, Orso polare

Share this story: