Oggi il Cdm, ieri il vertice governo-regioni, verso la proroga di 30 giorni al blocco degli spostamenti

22 febbraio 2021, ore 08:00
agg. 23 febbraio 2021, ore 10:00

Oggi alle 9,30 il consiglio dei ministri, il primo del governo Draghi sull'emergenza coronavirus. I governatori stilano un documento di proposte

Con il nuovo decreto legge Covid, che approderà nelle prossime ore sul tavolo di Palazzo Chigi, scatterà la proroga di 30 giorni del divieto di spostamento tra Regioni, fino al 27 marzo. Lo ha anticipato il ministro degli Affari Regionali Mariastella Gelmini durante l'incontro con i governatori. Saranno inoltre confermate le disposizioni sugli spostamenti tra piccoli Comuni e la regola che permette di spostarsi verso un'altra abitazione privata massimo in due persone, con i figli minori di 14 anni. Gelmini ha poi aggiunto che presto organizzerà un incontro tra il ministro dell'Istruzione Bianchi e i presidenti di Regione per parlare dei temi della scuola e della vaccinazione degli insegnanti. Presente anche il ministro della Salute Roberto Speranza che avrebbe sottolineato come a causa della circolazione delle varianti sia indispensabile continuare con le restrizioni.


Il confronto tra governo e Regioni

Alla vigilia del cdm si è tenuto il confronto tra governo e Regioni, i presidenti delle regioni hanno messo nero su bianco le loro proposte per capitoli ed hanno chiesto all'esecutivo soprattutto 'misure di base omogenee con eventuali chiusure chirurgiche dov'è è più alta la circolazione del virus'. Il ministro Gelmini ha assicurato che porterà il documento delle Regioni all'attenzione del governo. Al termine del vertice il presidente dell'Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini ha parlato di segnale positivo dal governo.


Le proposte delle Regioni

I governatori chiedono un'accelerazione della campagna vaccinale, il problema è l'approvvigionamento delle dosi dei vaccini. La richiesta è anche quella di coinvolgere le regioni e le aziende italiane nel processo produttivo dei farmaci anti Covid.


Le chiusure e le zone a colori

Per le Regioni va rivista la tempistica per l'adozione dei provvedimenti e va superato il sistema delle zone verso un sistema nazionale omogeneo, con misure omogenee e chiusure chirurgiche a livello locale in caso di peggioramento dei parametri.


Scuola

Chiesta l'introduzione delle soglie di rischio, al pari delle altre attività, e di potenziare le forme di sostegno ai genitori (come il congedo parentale) nel caso di chiusura delle scuole.


Ristori

Attivare gli indennizzi sia nel caso di provvedimenti restrittivi a livello nazionale che regionale. E a tal riguardo, ampliare la cabina di regia ai Ministri dello Sviluppo economico e dell'Economia.



Oggi il Cdm, ieri  il vertice governo-regioni, verso la proroga di 30 giorni al blocco degli spostamenti
Tags: Regioni, Cdm, Mariastella Gelmini

Share this story: