Oggi primo maggio è la festa dei lavoratori, ecco cosa c'è all'origine di questa ricorrenza

01 maggio 2021, ore 09:00

Si celebra oggi la festa che vuole ricordare i diritti dei lavoratori; tutto è nato negli Stati Uniti alla fine del 1800, negli anni della Rivoluzione Industriale.

OTTO ORE AL GIORNO

In molti paesi del mondo si celebra oggi la festa dei lavoratori. E’ l’occasione per ricordare le battaglie condotte dai lavoratori per vedere riconosciuti i loro diritti. Tutto è iniziato negli Stati Uniti, nel diciannovesimo secolo, negli anni della Rivoluzione Industriale. Nel 1866, fu approvata a Chicago, in Illinois, la prima legge che fissava in otto ore il tempo da dedicare al lavoro in una giornata; la legge entrò in vigore soltanto l'anno dopo, il 1º maggio 1867, giorno nel quale fu organizzata un'importante manifestazione, con almeno diecimila partecipanti. La conquista delle otto ore lavorative ebbe una successiva espansione lenta e graduale in tutto il territorio statunitense. Ancora nel 1882, nella città di New York, fu organizzata una importante protesta, mentre due anni dopo, nel 1884, in un'analoga manifestazione americana, gli stessi Knights of Labor approvarono una risoluzione affinché l'evento di protesta avesse una ricorrenza annuale.


PRIMO MAGGIO COL SANGUE

Il primo maggio 1886 a Chicago, come in diverse altre città, andò in scena lo sciopero generale. Ci furono tensioni presso la fabbrica di mietitrici McCormick. La polizia, chiamata a reprimere l'assembramento, sparò sui manifestanti, uccidendone due e ferendone diversi altri. Per protestare contro la brutalità delle forze dell'ordine, gli anarchici locali organizzarono una manifestazione da tenersi nell'Haymarket Square, la piazza che normalmente ospitava il mercato delle macchine agricole. Questi fatti ebbero il loro culmine il 4 maggio, quando da una traversa fu lanciata una bomba che provocò la morte di sei poliziotti e il ferimento di una cinquantina. A quel punto la polizia sparò sui manifestanti. Nessuno ha mai saputo né il numero delle vittime né chi sia stato a lanciare la bomba. Fu il primo attentato alla dinamite nella storia degli Stati Uniti. Nel 1887, l'allora presidente degli Stati Uniti d'America, Grover Cleveland, ritenne che il giorno 1º maggio avrebbe potuto costituire un'opportunità per commemorare i sanguinosi episodi di Chicago. Le notizie degli eventi tragici di Chicago si estesero anche in altri stati di tutto il continente americano, per poi estendersi anche in Europa.


Oggi primo maggio è la festa dei lavoratori, ecco cosa c'è all'origine di questa ricorrenza

IL PRIMO MAGGIO IN ITALIA

In Italia, appena si diffuse la notizia dell'assassinio degli esponenti anarchici di Chicago nel 1888, il popolo livornese si rivoltò prima contro le navi statunitensi ancorate nel porto, e poi contro la Questura della stessa città, dove si diceva che si fosse rifugiato il console degli Stati Uniti. Soltanto dopo decenni di battaglie operaie e lotte sindacali, le otto ore lavorative verranno dichiarate legali soltanto con il Regio decreto legge n. 692 del 1923. Il 1º maggio 1947 la ricorrenza venne funestata dall'eccidio di Portella della Ginestra, in Sicilia, nella quale la banda criminale di Salvatore Giuliano sparò su un corteo di circa duemila lavoratori in festa, uccidendone quattordici (di cui undici sul momento) e ferendone una cinquantina. Dal 1990, i sindacati confederali CGIL, CISL e UIL, in collaborazione con il comune di Roma, hanno istituito un grande concerto per celebrare il primo maggio, rivolto soprattutto ai giovani: la manifestazione si tiene a Roma, in piazza di San Giovanni in Laterano, dal pomeriggio alla notte, con la partecipazione di molti gruppi musicali e cantanti, ed è seguita da centinaia di migliaia di persone. Questo fino a che la pandemia non ha stravolto tutte le abitudini


Tags: FESTA DEI LAVORATORI, PRIMO MAGGIO, RIVOLUZIONE INDUSTRALE

Share this story: