Scrivici in Diretta
Il tuo messaggio in Radiovisione
YouONAir su Twitter
YouONAir su Facebook
I vostri messaggi al 349.349.102.5

Registrati

Accedi

FAQ:

×
news:
- Corinaldo (AN): gli indagati sono 8, un minorenne, i tre gestori del locale e i 4 proprietari dell'immobile dove si trova la discoteca
- Corinaldo (AN): tragedia in discoteca, altri due giovani fermati per droga, le indagini proseguono
- Torino: l'Area Metropolitana dice Sì alla Tav, 167 a favore, 1 contrario e 8 astenuti, il sindaco Chiara Appendino non ha partecipato al voto
- Corinaldo (AN): migliorano le condizioni di 4 dei ragazzi rimasti feriti in discoteca, ora respirano autonomamente, gravi altri 3, ma stabili
- Gran Bretagna: Brexit, il premier Theresa May annuncia il rinvio del voto sull'accordo, poiché ora sarebbe respinto
- Pavia: spray urticante in una scuola superiore, 30 ragazzi intossicati, episodio simile anche in un istituto di Mantova
- Firenze: due medici indagati per la morte di Davide Astori, sono responsabili di centri per l'idoneità allo sport
- Francia: gilet gialli, il presidente Macron alle ore 20.00 in Tv, forse farà un passo indietro sulle misure che hanno scatenato le proteste
- Calcio: Champions League, domani ultima giornata della fase a gironi, alle 21.00 Inter-PSV Eindhoven e Liverpool-Napoli
- Segui tutti gli aggiornamenti su rtl.it, twitter@rtl1025, facebook@rtl102.5 e instagram@rtl1025
07 dicembre 2018

Oscar, Kevin Hart lascia la conduzione per dei tweet omofobi

Il comico si è scusato per alcune frasi che aveva condiviso anni fa sui social giudicate offensive dalla comunità LGBT, l'incarico era arrivato solo tre giorni fa

L'attore e comico americano, Kevin Hart, ha rinunciato alla presentazione della prossima serata degli Oscar a causa di alcuni vecchi tweet omofobi che aveva postato. "Ho deciso di rinunciare a presentare gli Oscar di quest'anno perché non voglio essere una distrazione in una notte che dovrebbe essere celebrata da molti artisti sorprendenti e di talento. Mi scuso sinceramente con la comunità LGBT per i miei contenuti insensibili del passato", ha scritto su Twitter. 

"Mi dispiace aver ferito le persone, mi sto evolvendo e voglio continuare a farlo. Il mio obiettivo è di unire le persone e non dividerle. Tanto amore e gratitudine per l'Accademia. Spero che ci incontreremo di nuovo", ha aggiunto. Il passo indietro dell'attore afroamericano è arrivato dopo una giornata di discussione e polemiche sui social seguite alla divulgazione di alcuni tweet, pubblicati tra il 2009 e il 2011, in cui Hart derideva e insultava i gay. In un messaggio scrisse che avrebbe impedito a suo figlio di giocare con le case delle bambole perché "è da gay". 

Oscar, Kevin Hart lascia la conduzione per dei tweet omofobi

La rinuncia arriva, però, a distanza di poche ore da un precedente video, pubblicato sul suo profilo Instagram, in cui il comico era di tutt'altra opinione. "Ve lo giuro, il nostro mondo sta diventando folle", dice nel video, "non permetterò che questa follia mi causi frustrazione o rabbia, specialmente quando ho lavorato duramente per arrivare alla situazione mentale in cui mi trovo ora. Quelli del mio team mi chiamano continuamente: 'Oddio, Kevin, nell’ambiente sono tutti arrabbiati per dei tweet che avevi fatto anni fa'. Ragazzi, ho quasi 40 anni. Se non pensate che le persone possano cambiare, crescere, evolvere, non so cosa dirvi. Se volete costringere le persone a continuare a giustificarsi o spiegare il proprio passato, fate pure. Ma sono la persona sbagliata. Sto da dio, sono maturato molto e tutto ciò che faccio è diffondere positività". 

Il ruolo di presentatore della magica notte del cinema era stato assegnato a Hart solo martedì scorso, ma l'incarico è durato meno di due giorni.