Papa Francesco ha celebrato l'Angelus della domenica dal Policlinico Gemelli di Roma

11 luglio 2021, ore 14:21 , agg. alle 12:27

L'appello affinché nessun malato sia lasciato solo tramite un sistema sanitario gratuito e accessibile

Una piazza insolita ma comunque gremita di fedeli ha accolto l'Angelus di Papa Francesco anche questa domenica. Questa volta però non a Piazza San Pietro ma a pochi chilometri più a nord, da un balcone del Policlinico Agostino Gemelli di Roma, dove Bergoglio prosegue la sua degenza in seguito all'intervento al colon a cui si è sottoposto. Un piazzale, quello dell'ospedale, gremito di fedeli, pellegrini ma anche di tanti malati, pazienti, dei loro accompagnatori, come del personale medico e infermieristico. Prima di affacciarsi per la preghiera, il papa aveva fatto visita ai pazienti del reparto oncologico pediatrico dell'ospedale, da dove alcuni piccoli pazienti l'hanno accompagnato proprio sul balcone da cui è stato recitato l'angelus.


I festeggiamenti per San Benedetto e per il mare

"Oggi si celebra la festa di San Benedetto, Abate e Patrono d'Europa. Un abbraccio al nostro Santo protettore! Facciamo gli auguri ai benedettini e alle benedettine in tutto il mondo" dichiara Francesco ai fedeli riuniti al Policlinico Gemelli e collegati da tutto il mondo. "Auguri anche all'Europa, che sia unita nei suoi valori fondanti". E ancora, il pontefice ha ricordato anche la ricorrenza della "domenica del mare", dedicata a tutti i marittimi e a quanti trovano nel mare fonte di sostentamento e di lavoro: "Prego per loro ed esorto tutti ad avere cura degli oceani e del mare. Niente plastica in mare".

Papa Francesco ha celebrato l'Angelus della domenica dal Policlinico Gemelli di Roma

La preghiera per Haiti

Bergoglio ha avuto modo di esprimere la sua vicinanza anche per Haiti, dopo l'omicidio del suo presidente e il ferimento di sua moglie: "Mi unisco all'accorato appello dei vescovi del Paese: deporre le armi, scegliere la vita, scegliere di vivere insieme fraternamente nell'interesse di tutti". Il tutto poco prima di lanciare un appello affinché cessino le violenze nel paese e si possa riprendere il cammino verso un "futuro di pace e concordia".

Salvaguardare il sistema sanitario nazionale

Nel corso dell'Angelus, Bergoglio ha riportato ai fedeli all'ascolto l'attenzione e le cure ricevute nei suoi giorni di permanenza in ospedale, ribadendo l'importanza di un sistema sanitario nazionale gratuito e accessibile a tutti: "In questi giorni di ricovero in ospedale ho sperimentato quanto sia importante un buon servizio sanitario, accessibile a tutti, come c'è in Italia e in altri Paesi. Un servizio sanitario gratuito che assicuri un buon servizio accessibile a tutti. Non bisogna perdere questo bene prezioso" ha ricordato Francesco. "Bisogna mantenerlo! E per questo occorre impegnarsi tutti, perché serve a tutti e chiede il contributo di tutti".
Tags: Angelus, Gemelli, Papa, Papa Francesco

Share this story: