Pavia, 26enne trovata morta, si tratterebbe di omicidio - suicidio

 26 maggio 2019 | Colf, Omicidio, Pavia, Suicidio

I Carabinieri del comando di Pavia hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dei fatti

Una donna di origine cubana di 26 anni è stata trovata morta in una villa di Borgarello, paese alle porte di Pavia. Secondo le prime ricostruzioni la donna sarebbe stata strangolata. Poco dopo l'intervento sul posto, i Carabinieri hanno rinvenuto anche il corpo senza vita di un quarantottenne, affittuario della casa in cui è stato rinvenuto il cadavedere della donna. L’uomo, datore di lavoro della ventiseienne, si trovava in un campo nei dintorni del paese e sarebbe stato ucciso da un colpo di pistola alla testa. Dalle prime ipotesi degli inquirenti si tratterebbe quindi di un omicidio-suicidio. A dare l’allarme è stato un parente della giovane che, non riuscendo a mettersi in contatto con lei, l’avrebbe raggiunta nella villa di Borgarello, in cui la donna lavorava come colf. Al suo arrivo ha trovato la porta aperta e il cadavere a terra. I Carabinieri del comando di Pavia stanno ora indagando per ricostruire la dinamica dei fatti e per determinare il movente dell'omicidio-suicidio.
Pavia, 26enne trovata morta, si tratterebbe di omicidio - suicidio

Share this story: