Pescara, chicchi di grandine grandi come arance, 18 feriti

 10 luglio 2019

Tempesta anche a Milano Marittima, una persona ferita, caduti 200 pini secolari

Diciotto le persone finite in pronto soccorso a Pescara per le ferite provocate dai chicchi di grandine grandi come arance caduti in tarda mattinata sul capoluogo adriatico. In ospedale anche una donna incinta, con ferite al volto e al capo. I pazienti hanno riportato contusioni e ferite, principalmente al capo, e sono tutti da suturare. Ovunque si registrano allagamenti. Strade ridotte a fiumi in più punti del capoluogo adriatico. In pieno centro acqua fino a 10cm. Disagi alla viabilità. In tilt i centralini dei Vigili del Fuoco e della Polizia Municipale, che stanno gestendo le numerose richieste di intervento. Ai colli si è creata una frattura nel manto stradale e il sindaco, Carlo Masci, ha attivato la somma urgenza per il ripristino. Una tempesta di vento e pioggia si è abbattuta in mattinata anche su Milano Marittima, in provincia di Ravenna, provocando danni. Diversi gli alberi abbattuti, tra cui almeno 200 pini marittimi, ma anche segnali stradali, cartelli e infrastrutture mobili divelte, come spiega il Comune di Cervia. Una donna è rimasta ferita ed è stata portata all'ospedale Bufalini di Cesena, in condizioni serie, anche se non sarebbe in pericolo. Alcune strade sono state chiuse. Significativi anche i danni agli stabilimenti balneari sulla spiaggia. La tromba d'aria, in arrivo dal mare, si è scatenata sul litorale per circa 10 minuti, in un'area molto circoscritta, di circa un chilometro quadrato dove ha abbattuto gli alberi e provocato numerosi danni. Danneggiate anche molte auto che erano parcheggiate lungo la strada dove sono caduti gli alberi.

Pescara, chicchi di grandine grandi come arance, 18 feriti

Share this story: