Pierre Gasly su AlphaTauri vince il Gran Premio d’Italia sulla pista di Monza

06 settembre 2020, ore 17:29

Sul podio la Mclaren di Carlos Sainz, secondo, e la Racing Point di Lance Stroll, terzo, al termine di una gara ricca di colpi di scena

Pierre Gasly vince il Gran Premio d’Italia al volante dell’AlphaTauri, l’ex Tororosso, 12 anni dopo l’ultima vittoria del team di Faenza, quando proprio a Monza Sebastian Vettel tagliò per primo il traguardo con quella che allora si chiamava Tororosso. Secondo al traguardo il prossimo pilota Ferrari, Carlos Sainz su Mclaren, terzo Lance Stroll su Racing Point. Un gara ricca di colpi scena, iniziati con il ritiro della Haas di Kevin Magnussen: il pilota danese si ferma per un guasto all’ingresso della corsia box, safety car in pista. Gli unici a fermarsi ai box sono il leader Lewis Hamilton ed Antonio Giovinazzi, ma la pit lane è chiusa. Errore che costa ai due 10 secondi di penalità, che sconteranno in seguito al secondo colpo di scena di giornata, al 24° giro. L’incidente di Chrles Leclerc causa le bandiere rosse, con la sospensione quindi della gara ed una nuova partenza. Hamilton ed il team contestano duramente la decisione della penalità, con il pilota inglese che va a parlare personalmente in direzione gara e minaccia addirittura di non ripartire, per poi comunque ripensarci. Subito dopo il secondo via quindi il leader Hamilton si ferma per scontare la penalità, e riparte ultimo. Inizierà una rimonta scatenata, che lo riporterà fino al settimo posto finale. Ritiro per la red Bull di Verstappen per problemi alla power unit. Occasione unica quindi per i cosiddetti outsider, che si ritrovano protagonisti inaspettati. Non se la fa sfuggire il francese Gasly, che coglie così la prima vittoria in carriera, tallonato fino alla fine da Sainz.

Disastro Ferrari

Gran premio d’Italia disastroso per la Scuderia di Maranello. La gara di Sebastian Vettel dura solo sei giri, con il tedesco costretto al ritiro per un guasto ai freni. Al 24 giro finisce invece la corsa di Charles Leclerc, che va a sbattere a 220 kmh contro le barriere all’uscita della parabolica. Illeso il pilota monegasco, vincitore lo scorso anno. L’ultima volta che la Ferrari si era ritirata con entrambe la macchina dal gran premio d’Italia era il 1995, quando Jean Alesi e Gerhard Berger non finirono la corsa. Uno dei punti più bassi della storia della Ferrari, che celebrerà i 1000 Gran Premi al prossimo appuntamento, sulla pista del Mugello.

L'ordine di arrivo

Pierre Gasly su AlphaTauri dunque vince il Gran Premio d’Italia, secondo Carlos Sainz su Mclaren, terzo Lance Stroll su Racing Point, quarto Lando Norris su Mclaren, quinto Valtteri Bottas su Mercedes, sesto Daniel Ricciardo su Renault, settimo Lewis Hamilton su Mercedes, ottavo Esteban Ocon su Renault, nono Dani Kvyat su Alphatauri e decimo Sergio Perez su Racing Point. In classifica piloti al comando sempre la Mercerdes Lewis Hamilton con 164 punti davanti al compagno Bottas, 117, Verstappen 110, Stroll e Norris 57. Mondiale costruttori dominato dalla Mercedes con 281 punti davanti a Red Bull, 158, Mclaren e Racing Point 97, Renault 71, Ferrari 61.

Pierre Gasly su AlphaTauri vince il Gran Premio d’Italia sulla pista di Monza
Tags: ferrari, formula 1, gasly, leclerc, monza, sainz, vettel

Share this story: